Legalizzare la cannabis

0 hanno firmato. Arriviamo a 5.000.


Il mercato nero può essere sempre molto pericoloso, poiché non vi è alcun controllo dello Stato, e poiché è gestito da malavitosi senza scrupoli.

Posto e chiarito che la marijuana non è una droga pesante, che sul mercato nero essa e i suoi derivati sono soggetti a tagli anche altamente tossici, che la cannabis e i suoi derivati non devono per forza essere mescolati a sostanze più o meno pericolose per farne uso (come invece si fa con la cocaina per ottenere la pasta di coca), che l'impedire ad una persona di coltivare (almeno una modesta quantità) una pianta, che non ha bisogno di trattamenti intensivi e/o pericolosi per essere consumata, è in un certo qualsenso, una violazione della libertà e dei diritti della persona, posto che le sostanze di taglio presenti nella cannabis e nei suoi derivati (provenienti dal mercato nero) sono pericolose per la salute e, di certo, danno vita ad ulteriori costi per il servizio sanitario nazionale:

Chiediamo che la cannabis e i suoi derivati siano legalizzati durante il corso di questo anno (2018)

Nel 2020 c'è stata la declassificazione a tabella 1 delle sostanze da parte dell'ONU, ora la cannabis e derivati non sono più a tutti gli effetti droghe, ma farmaci, la cannabis è una pianta benefica, amica ed officinale che ha grandi proprietà come quella antiinfiammatoria, e pochissimi effetti collaterali.

Chi ci diceva che "non c'è il diritto a drogarsi" dovrà avere buona pace delle sue idee proibizioniste in quanto appunto la cannabis non è più una droga, e se lasciata al contrabbando e al mercato nero viene meno il diritto alla salute di ogni consumatore, per non parlare della scarsità di prodotto anche per le terapie del dolore e delle patologie sociali.

Mio modesto parere è che la legalizzazione a monopolio + autocoltivazione di una predetta quantità di piante sia una soluzione più che buona, almeno per il momento.

La cannabis è una cura!

Chiediamo che in Italia la coltivazione della cannabis sia legale. Almeno di quella biologica.