Petizione "Meno tasse per il cratere sismico 2016"

0 hanno firmato. Arriviamo a 100.


A ) modificare l'attuale normativa sulla ZFU ( Zona Franca Urbana ), prevista ex art. 46 D.L. 24 aprile 2017 nr. 50, a mezzo dell'eliminazione, o modificazione in senso migliorativo, del presupposto di “riduzione di fatturato”, così come indicato al punto 4.4. della circolare del Ministero dello Sviluppo Economico del 4 agosto 2017 nr. 99473.
L'obiettivo di tale intervento è quello di ampliare il novero delle aziende beneficiarie degli interventi fiscali, rispetto alla percentuale complessiva di imprese che, attualmente, hanno accesso alla Zona Franca Urbana ( 8% circa )
B ) parificare, a livello di trattamento normativo, le popolazioni del cratere sismico 2016 a quelle del sisma 2009 per ciò che inerisce il rimborso dei tributi sospesi in ragione delle recenti calamità naturali, sopra ricordate.
In particolare, nel rispetto della normativa Europea, si chiede l'applicazione delle condizioni di rimborso ( previste nell'ambito della normativa post sisma 2009 ) che i passati governi hanno accordato ai contribuenti prevedendo la possibilità di provvedere alla restituzione dei tributi sospesi “ senza interessi e sanzioni, mediante il pagamento in 120 rate mensili di pari importo..... “ e riducendo “l'ammontare dovuto per ciascun tributo, oggetto delle sospensioni, al netto dei versamenti già eseguiti, al 40 per cento” ( Art. 33 comma 28 L. 12.11.2011 nr. 183 – Legge di Stabilità 2012 ).



Oggi: Autonomia e territorio conta su di te

Autonomia e territorio Autonomia e territorio ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Parlamento Italiano: Petizione "Meno fisco per il cratere sismico 2016"". Unisciti con Autonomia e territorio ed 79 sostenitori più oggi.