Cancellazione proposta aumento tassazione su auto aziendali come strumento di lavoro

0 hanno firmato. Arriviamo a 1.000.


La proposta del Governo di aumentare a tassazione sulle auto aziendali è totalmente insensata, priva di qualsiasi logica, iniqua e vessatoria. Colpisce in maniera del tutto ingiustificata e spropositata solo una determinata categoria di dipendenti, aumentando il prelievo fiscale di migliaia di euro l'anno. L'auto aziendale è uno strumento di lavoro e,  come tale , considerarla equivalente ad un reddito imponibile è una totale assurdità e non ha alcun fondamento logico. La proposta inoltre affossa definitivamente il mercato dell'auto in Italia senza dare alcun beneficio in termini d'impatto sul clima : l'auto aziendale è usata principalmente da chi ha una percorrenza chilometrica annua medio alta e, in queste situazioni, l'utilizzo dell'auto elettrica è improponibile ( limiti di autonomia, mancanza stazioni di ricarica etc...) , mentre  l'ibrido di fatto inquina come un normale motore a combustione interna. La proposta del Governo ha quindi il solo scopo di reperire risorse  colpendo le tasche di una determinata categoria di cittadini con argomentazioni del tutto prive di fondamento e in maniera ingiusta con effetti deleteri sull'economia del Paese.