<>

0 hanno firmato. Arriviamo a 200.


<<MANIFESTO DELLA SCIENZA UNIVERSALE 4.0>>

Petizione su Change Org, Promossa da Egocreanet ONG –No Profit.Firenze. http://www.edscuola.it/lre.html

Questa Petizione  si propone a correzione del Patto  in “Difesa della Scienza” di tipo  meccanico/riduzionista  recentemente redatto da Prof Roberto Burioni e a suoi colleghi accademici che ha coinvolto politici giornalisti e professionisti della ricerca biomedica e farmacologica.

http://www.unisr.it/il-prof-burioni-promotore-di-un-patto-a-difesa-della-scienza/

 Tale Patto Trasversale sembra dimenticare che il fondamento della scienza in ogni epoca  è il “dubbio” e non la certezza. .Inoltre con l’ avvento della scienza quantistica è noto che il Principio di Indeterminazione (Heisemberg 1927) asserisce che la nostra conoscenza puo’ essere solo probabilistica e non piu’ quantitativamente esatta come fosse regolata da leggi della Fisica.. La gestione delle probabilita’ è quindi alla base del valore universale della scienza contemporanea e di conseguenza quanti affermano che consapevolmente non si possano esprimere dubbi sulla ricerca biomedica  lo fanno solo e solanto fondando le loro asserzioni sulla ignoranza  degli avanzamenti scientifici della biologia quantica che oggi sono la avanguardia della scienza contemporanea.  

 Recentemente una profonda revisione strategica del paradigma riduzionista della scienza ha fatto seguito agli studi di neuro-scienze sul funzionamento del cervello. In proposito del programma riduzionista della scienza il Premio Nobel per la medicina (1972) Gerald Edelman scrive che:  il riduzionismo diventa sciocco se applicato alla materia della mente» “ perche’ è come voler cogliere il mistero affascinante della Gioconda di Leonardo da Vinci analizzando uno ad uno i suoi pigmenti di colore” (Sulla materia della mente): https://www.adelphi.it/libro/9788845909771

 Il fatto che il riduzionismo sia «profondamente antiscientifico ed incoerente» è stato affermato da filosofi come Martin Heidegher (1998-1976) che rese famosa la sua critica dicendo : “La Scienza Non Pensa”  , ed epistemologi contemporanei (della elevatura di pensiero di  Emanuele Severino che accusa la obsoleta scienza meccanica del fatto che, malgrado la impostazione probabilistica della biologia quantistica, resta ancora ancorata al principio di non contraddizione per cui  una asserzione puo essere solo vera o falsa secondo l’ antica locuzione latina  “Tertium non Datur”  la quale ha permesso di credere ad un falso determinismo preoprio dello scientismo riduzionista.. Il Patto in difesa della Scienza pertanto va considerato una  preservazione conservativa di una obsoleta concezione non quantistica che depriva la Scienza Universale del suo sviluppo evolutivo ,tendente pertanto ad impedire la innovazione e la creativita culturale e scientifica riconducendola nel quadro di una antiquata e ormai assurda concezione di un sapere pre defininito da leggi fisiche fondate su una concezione lineare tra cause ed effetti per la quale  in natura nulla avviene per caso .

http://terzotriennio.blogspot.com/2010/01/critiche-al-riduzionismo-sulla-mente.html

 Infine sappiamo che il riduzionismo scientifico proprio del paradigma meccanico della scienza non rappresenta solo una accettabile semplificazione poiche vincolano la Scienza contemporanea al una inattuale concezione scientista che indebitamente estende scienza la capacità di soddisfare tutti i problemi e i bisogni della vita dell'uomo, cosi che permette di escludere a priori come inaffidabile ed incredibile ogni moderna ricerca  bioquantica sulla modulazione della mente  per ricercare nuove forme di pensiero che migliorino le nostre opportunita’ non piu’  limitate dalle concezioni meccaniche sulla trasformazione della materia in favore del futuro sviluppo sociale ed economico universale dell’uomo. .

 Il fatto che trasversalmente politici e i professionisti i quali hanno specifici interessi  correlabili al mantenimento della produzione industriale Farmaceutica hanno firmato il Patto redatto dal Prof Burioni in vero è perfettamente funzionale non tanto allo sviluppo della scienza ma alle regole del mercato della produzione industriale che vede nella crescita economica del PIL (Prodotto Interno Lordo) il calcolo essenziale che permette di dare valore al profitto della produzione di beni,  ma che certamente  non rappresenta il benessere dei cittadini datosi che il PIL esclude sistematicamente dalla contabilita’ economica tutte le azioni sociali come ad es. quelle del  volontariato che tendono a lenire ed intervenire sui disagi ed il malessere economico e sociale del popolo.

 NB:

Per aprire la Discussione consapevole e cosciente su queste tematiche Il Cluster EGOCREANET intende organizzare nell’ ambito della manifestazioni del “500* Anniversario si Leonardo Da Vinci. il Seminario di Studi sulla “  MENTE QUANTICA “ che si terra il 23/24 Aprile 2019 c/o il Monastero di San Leonardo a Prato .

 Infine CHIEDIAMO A TUTTI COLORO CHE VORRANNO PARTECIPARE A TALE

“MANIFESTAZIONE CULTURALE E SCIENTIFICA DEL VOLONTARIATO DEL III MILLENNIO”,

DI SOSTENERLA  CON UNA FIRMA DI ADESIONE AL :

<<MANIFESTO DELLA SCIENZA UNIVERSALE>>

e possibilmente con un sostegno liberale alla ONG –EGOCREANET  finalizzato a coprire le spese di organizzazione dell’ Evento.

 Paolo Manzelli /335/6760004) 13/01/2019 Firenze.