Petizione per richiedere espulsione di Travaglio e Scanzi dall'Ordine dei giornalisti

0 hanno firmato. Arriviamo a 1.500.


Oggi è contro uno solo, domani potrebbe capitare a chiunque.

" Se si va a votare scompare fisicamente", per non parlare della vignetta "satirica" firmata Mannelli e pubblicata dal giornale di Travaglio in cui si legge "In caso di disastro sputare qui", sulla foto del Senatore di Italia Viva, nonchè ex Presidente del Consiglio dei Ministri. Marco Travaglio e Andrea Scanzi sono opinionisti faziosi, che hanno perduto ormai da tempo il distacco che faceva del giornalismo un mestiere nobile. Scrivono quotidianamente insulti faziosi e sdoganano, tra i giovani, l'incitamento all'odio e la "normalità" del mortificare la dignità di una persona a mezzo stampa.

Siamo arrivati al limite della sopportazione. L'articolo 21 della nostra Costituzione recita :"Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.La stampa non può essere soggetta ad autorizzazioni o censure." Dal manifestare liberamente il proprio pensiero all'insulto quotidiano ce ne passa. Scanzi e Travaglio sono diventati diffamatori seriali, professionisti della calunnia, complici le innumerevoli ore televisive che vengono loro garantite, anche sulla tv pubblica. 

Richiamiamo il Testo Unico dei doveri del giornalista, secondo cui al Titolo I, Articolo 2, lett. b) e f)  si legge:

il giornalista: b) rispetta i diritti fondamentali delle persone e osserva le norme di legge poste a loro salvaguardia; f)rispetta il prestigio e il decoro dell’Ordine e delle sue istituzioni e osserva le norme contenute nel Testo unico.

Inoltre, con riguardo alla vignetta sessista riferita all'ex Ministra Teresa Bellanova, il giornale di Travaglio e Scanzi ha ripetutamente violato quanto previsto dall'Articolo 5 bis del presente Testo Unico, in cui in riferimento al rispetto delle differenze di genere, alla lettera a) recita "presta attenzione a evitare stereotipi di genere, espressioni e immagini lesive della dignità della persona;"

Pertanto chiediamo l'espulsione di Marco Travagio e Andrea Scanzi dall'Ordine dei Giornalisti, per le reiterate violazioni deontologiche perpetrate da loro stessi e dal giornale per cui lavorano.