Il Regolamento del Fondo Europeo per la Difesa non deve penalizzare l’Industria Italiana

0 hanno firmato. Arriviamo a 100.


Come evidenziato dalla Commissione Difesa del Senato nella Risoluzione approvata nella seduta del 3 ottobre 2017 (*), alcuni punti della proposta di Regolamento per l’European Defence Industrial Development Programme (**) rischiano di creare un serio pregiudizio per il futuro dell’Industria Italiana della Difesa (che costituisce un patrimonio per il Paese essendo uno dei pochi settori ad alto contenuto tecnologico rimasti, che impiega migliaia di tecnici ed ingegneri).

Nell’interesse del sistema Paese chiediamo al Governo di dare seguito con la massima tempestività e determinazione alle osservazioni esposte dalla Commissione, in particolare:

a) il numero minimo di Stati membri partecipanti richiesto per accedere ai finanziamenti del fondo europeo per la difesa dovrebbe essere innalzato a tre, intervenendo conseguentemente sull’articolo 6, paragrafo 2, della proposta di regolamento;
b) nell’ambito della definizione futura del Fondo europeo per la difesa, sarebbe opportuno porre in essere adeguati strumenti di tutela per le aziende che hanno rilevanti attivita` localizzate anche al di fuori dell’Unione europea, con la previsione di parziali esenzioni, in particolare con riferimento al Regno Unito;
c) con specifico riferimento alla proposta di regolamento, l’articolo 7 andrebbe riformulato per fornire maggiore tutela alle aziende ad azionariato diffuso ma controllate da soggetti europei (anche con quote inferiori al 50 per cento), nonche ́ alle aziende transnazionali che hanno sviluppato processi di concentrazione ed integrazione industriali con importanti attivita` localizzate nel Regno Unito o anche al di fuori dell’Unione europea.

(*) https://www.senato.it/service/PDF/PDFServer/BGT/1045656.pdf
(**) https://ec.europa.eu/docsroom/documents/23606



Oggi: Vincenzo conta su di te

Vincenzo Arrichiello ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "On. Paolo Gentiloni, Presidente del Consiglio: Il Regolamento del Fondo Europeo per la Difesa non deve penalizzare l’Industria Italiana". Unisciti con Vincenzo ed 83 sostenitori più oggi.