#NONBRUCIAMOILFUTURO: nell'emergenza ambiente, umani ed animali uniti in un solo destino

#NONBRUCIAMOILFUTURO: nell'emergenza ambiente, umani ed animali uniti in un solo destino

0 hanno firmato. Arriviamo a 2.500.
Più firme aiuteranno questa petizione a ottenere una risposta da parte del decisore. Aiuta a portare questa petizione a 2.500 firme!

ENPA - Ente Nazionale Protezione Animali ha lanciato questa petizione e l'ha diretta a Mario Draghi (Presidente del Consiglio dei Ministri) e a

Gli incendi che stanno flagellando il nostro Paese sono il sintomo, importante ed emergenziale, del degrado ambientale e del pericolo che esso rappresenta per tutti.

Salvo rarissimi casi la causa è sempre riconducibile all'uomo e si manifesta:

  • nella criminalità dei piromani, spesso recidivi e, quando individuati, condannati a pene ridicole
  • negli interessi di chi, attraverso il fuoco, apre la strada a speculazioni immobiliari, ad utilizzi pastorali, a lucrative imprese di ripristino ambientale; tutte azioni che sono solo formalmente (ed evidentemente inefficacemente) vietate da alcune Leggi vigenti e relative alle aree attinte da incendi dolosi
  • nell’incuria del territorio, con il moltiplicarsi di discariche abusive e la mancata manutenzione del sottobosco e dei terreni boschivi
  • nella mancata prevenzione derivante da politiche forestali fallimentari, che spesso occupano risorse preziose per la tutela ambientale in "stipendifici" per il consenso elettorale

GLI EFFETTI
Oltre a quelli immediati delle devastazioni, gli incendi alimentano la desertificazione e l'antropizzazione del territorio naturale, colpiscono le attività umane legate alla pastorizia ed all'allevamento fuori dalle logiche intensive, uccidono migliaia di animali compromettendone per anni l'habitat e, conseguentemente, le capacità di sopravvivenza e riproduzione. Tutti i delicati equilibri della biodiversità vengono sconvolti coinvolgendo tutti i gradini della catena alimentare, dagli insetti ai grandi mammiferi, compromettendo di fatto la sostenibilità per la vita di numerose specie.

COSA CHIEDIAMO

  • superamento dei formali protocolli e dichiarazioni di intenti con una effettiva inclusione della tutela degli animali domestici, da reddito e selvatici nei programmi di prevenzione e di gestione emergenze della Protezione Civile
  • sostegno ed incentivi ai progetti NON LUCRATIVI di mantenimento e tutela del territorio, con priorità a quelli di rinaturalizzazione e piantumazione delle aree che hanno subìto incendi
  • inasprimento delle pene e certezza della loro applicazione per piromani e mandanti, includendo tale fattispecie di reato fra quelli gravi ed imprescrivibili
  • introduzione di procedure ed effettivi controlli che impediscano la speculazione edilizia e di utilizzo dei terreni colpiti da incendi dolosi
  • avocazione allo Stato di tutti i poteri in materia di fauna, stante l'incapacità dimostrata dalle Regioni di esercitare le misure di tutela previste dall'art.19 della legge 157 del 1992, ossia la possibilità di sospendere l'attività venatoria per ragioni particolari, urgenti o calamità
  • licenziamento immediato ed interdizione perpetua dai pubblici uffici dei dipendenti pubblici che provocano/fanno provocare incendi o che favoriscono (anche per omesso controllo) le speculazioni sui territori incendiati

Scoprite di più sull'iniziativa #NonBruciamoIlFuturo e come sostenerla su www.enpa.it 

0 hanno firmato. Arriviamo a 2.500.
Più firme aiuteranno questa petizione a ottenere una risposta da parte del decisore. Aiuta a portare questa petizione a 2.500 firme!