Non più tasse aggiuntive per il ritiro di certificati all'Università Pegaso

0 hanno firmato. Arriviamo a 200.


Con il decreto che il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca (MIUR) ha pubblicato il 10 agosto 2017, n. 616, si indicano le modalità di conseguimento dei 24 CFU in discipline antropo – psico – pedagogiche ed in metodologie e tecnologie didattiche, necessari, oltre alla laurea (5 o 3+2), per accedere al concorso a cattedra 2018 per la scuola secondaria.

Il decreto risponde alle disposizioni del D.lgs. n. 59/2017, attuativo della legge n. 107/2015, entrato in vigore il 31 maggio 2017.

La legge obbliga le università (almeno quelle statali) a rispettare un costo massimo di € 500 per l'offerta formativa, al che la Pegaso ha ridotto il prezzo dell'offerta a € 500 (tra l'altro, alcuni studenti iscritti prima di tale chiarimento del Miur, tra cui chi sta scrivendo questa petizione, avevano già pagato di più, senza aver ancora iniziato il percorso).

L'Università Telematica Pegaso, sita in Napoli (NA), ha fatto attendere per il rilascio delle certificazioni molti mesi dopo che gli studenti avevano superato i 4 esami del piano di studi. Quando finalmente l'Università ha messo a disposizione i certificati, in forma digitale, da scaricare online sul loro sito, la brutta sorpresa: bisogna pagare altri € 50 per poterlo ottenere.

Questa richiesta è illecita, perché l'università non rispetta il prezzo stabilito inizialmente nel bando d'iscrizione.

La legge che impone un tetto massimo di spesa, proprio per tutelare gli studenti che si trovano già svantaggiati, dopo tanti anni di studio e attesa di concorsi scuola e corsi di abilitazione che vengono rimandati di anno in anno, costretti ad improvvisi ulteriori studi da affrontare e soldi da spendere, per non vedersi esclusi da concorsi a cui credevano di poter partecipare con i titoli già acquisiti.

Questa richiesta dell'università per il download del file è solo un escamotage volto ad aggirare il contratto stipulato con gli studenti al momento dell'iscrizione, e quindi avere ulteriori e illegittimi ricavi.

La certificazione di questi crediti acquisiti è la parte fondamentale del servizio offerto, non un servizio a parte; a che sarebbe servito fare questi esami senza poi poterlo dimostrare per poter partecipare ai concorsi per i quali servono questi CFU? Sarebbe totalmente illogico.

L'Università giustifica questo importo come "spese di segreteria", ma...

1) non c'è nessuna spesa, essendo un semplice file da scaricare tramite internet;

2) anche se ci fossero delle spese, non sarebbero certo così alte! Questo è solo un modo per spillare altri soldi a clienti che, avendo già pagato e sostenuto esami, non hanno altra scelta, perché l'università sequestra l'attestato che agli studenti spetta di diritto.

Noi studenti del suddetto percorso formativo (ma anche di tutti gli altri corsi) dell'Università Pegaso chiediamo, anzi pretendiamo, di ricevere gli attestati che ci siamo guadagnati e che abbiamo già abbondantemente pagato, senza ulteriori costi.



Oggi: Fiore conta su di te

Fiore Mirabella ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Non più tasse aggiuntive per il ritiro di certificati all'Università Pegaso". Unisciti con Fiore ed 165 sostenitori più oggi.