Non delegare, partecipa.

0 hanno firmato. Arriviamo a 100.


A tutti i giovani                               

Che questo appello sia il principio di un percorso comune, sottoscrivilo anche tu.

 Non delegare, partecipa. 
Abbiamo voluto aprire questo appello con questa semplice frase, perché è da qui che si comincia, con la semplicità, come fosse il primo giorno di scuola. Perché in realtà, diciamocelo, siamo tutti al primo giorno di scuola, tra ansie e paure, tra tensione e felicità, ma con una piccola, grande possibilità: quella di scrivere, di determinare, il nostro futuro. 
Vogliamo riportare la politica tra i banchi di scuola, perché è ciò che deve essere, perché è “roba” tua, è “roba” nostra, è “roba” di tutti. La politica nasce dal popolo, dalle assemblee dello stesso e dall’opinione pubblica, curioso se si pensa all’attuale situazione, non credi? Si è invertita la rotta, ribaltato il significato stesso, il principio, le fondamenta. 
Le critiche, però, se non coadiuvate da uno sforzo collettivo, da un messaggio di responsabilità sociale di cui tutti, nessuno escluso, dovremmo essere portatori, difficilmente possono ambire ad un cambiamento, ad una scossa. 
In questo scenario, dunque, il ruolo del ‘giovane’, anche il tuo, non è esente da responsabilità: senza opposizione l’equilibrio è utopia. Le condizioni della moderna società sembrano quasi tracciare una via che aspetta solo di essere intrapresa: è quella della reazione, della partecipazione, della ripartenza dal basso per coinvolgere ogni tessuto della società, ma è anche quella dell’ascolto, della riflessione, della rappresentatività di chi oggi rimane schiacciato. 
Cambiamo la nostra comunità, facciamolo Tutti, rovesciamo le pericolose ed individualistiche concezioni moderne, impariamo a sentirci parte di un qualcosa che sia più grande della nostra singolarità, non facendoci portatori tanto di un rinnovamento, quanto di una vera e propria inversione di rotta. 
Se avremo sempre ben chiara questa direzione, se saremo in grado di andare fino in fondo, di lottare con tenacia e perseveranza e di creare una comunità consapevole, attiva, che senta propria questa grande e comune sfida, allora, potremo finalmente mettere fine al nostro scontento. 
Questa è la nostra missione. Questo deve essere il compito di tutti. 
Essere avanguardia in chiave futura, ma baluardo per il presente, interpretare le dinamiche contemporanee e, laddove ingiuste, cambiarle con tutte le nostre forze, creando nuovi spazi di democrazia e mobilitazione. Mobilitazione, mobilitazione, mobilitazione. Si tratta di questo. 
Sotto il nome di quella che potremmo definire una ‘missione storica’ rivolgiamo questo appello alla comunità tutta, convinti dell’importanza di un’azione congiunta proveniente da più parti: associazioni, studenti, giovani lavoratori, organizzazioni giovanili, siano esse politiche o meno. 
Faremo di tutto per far si che quanto scritto possa essere realtà, impegnandoci nella creazione di un percorso di lotta comune con tutti coloro i quali si riconosceranno in queste parole che speriamo, ed in questo senso la prima grande sfida, arrivino il più lontano possibile. 
Partiamo da qui, per arrivare lontano, tutti. 
Comincio con un semplice appello, ma continuerò ogni giorno a lottare per i miei sogni, i miei ideali, la mia politica. 
Facciamolo noi giovani, perché se non ci credi a questa età di poter cambiare il mondo!

                                                                                                                                     



Oggi: Giovani Democratici Latina Città. conta su di te

Giovani Democratici Latina Città. ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Non delegare, partecipa.". Unisciti con Giovani Democratici Latina Città. ed 34 sostenitori più oggi.