NO CONCORSI SCUOLA STRAORDINARIO E ORDINARIO CAUSA COVID

NO CONCORSI SCUOLA STRAORDINARIO E ORDINARIO CAUSA COVID

0 hanno firmato. Arriviamo a 500.
Più firme aiuteranno questa petizione a ottenere una risposta da parte del decisore. Aiuta a portare questa petizione a 500 firme!
Fernando Pianegiani ha lanciato questa petizione e l'ha diretta a Presidente Fugatti (Provincia Autonoma di Trento) e a

Egregio Presidente Fugatti,
siamo numerosi docenti precari storici della scuola della Provincia Autonoma di Trento, con famiglie, figli, parenti ed amici al seguito.
Siamo amareggiati per la decisione presa in questi giorni dal ministro dell’istruzione,
che non ha minimamente tenuto conto delle esigenze dei diretti interessati per quanto riguarda i concorsi scuola già banditi e per come la Giunta della Provincia di Trento si sta comportando di conseguenza.
La ministra decide di non fermarsi nemmeno davanti ad un evidente rischio per gli
studenti, per le famiglie e per tutto il personale scolastico. Il concorso straordinario e quello ordinario, difatti, prevedono uno spostamento di migliaia di insegnanti in un momento delicato, con le percentuali in aumento dei contagi da coronavirus, mettendo a repentaglio la salute pubblica e il sistema sanitario.
Sono state rinviate all’anno 2021 tutte le procedure concorsuali dei diversi comparti (anche i concorsi in Tribunale) ma il ministro dell’istruzione, Lucia Azzolina, è in un continuo accanimento contro i precari con più di tre anni di servizio, che in un momento storico unico come questo chiedono di essere assunti mediante un concorso basato solo su titoli e servizio, che valuti quindi le competenze acquisite sul campo durante gli anni di lavoro tra i banchi di scuola.
Cosa ancora più grave è l’esclusione dalla partecipazione alla proceduta nel caso in
cui un docente dovesse trovarsi in isolamento con la classe o affetto da Covid-19, ma soprattutto, gravissimo, se il docente per poter partecipare ai concorsi, in pieno autunno, dovesse firmare un'autodichiarazione tipo: "di non presentare sintomatologia respiratoria o simil-influenzale o febbre superiore a 37.5° C" (come sta accadendo all'università di Trento per le prove selettive per partecipare al corso di sostegno). Tutto ciò lederebbe in maniera grave e volontaria il diritto all’uguaglianza sancito dalla Costituzione.

Gia’ diverse classi e diversi docenti sono stati messi in quarantena in Trentino dall’inizio della scuola e con l'autunno sintomi come quelli descritti sopra possono colpire molti docenti.

Chiediamo quindi a Lei Presidente e alla Lega che governa il Trentino, di fare ciò che proclama tutta la Lega Nazionale, e in primis l’On. Pittoni. Cioè, in virtù dell’autonomia trentina, di bandire subito un concorso per soli titoli e servizio per coloro che:

-hanno maturato almeno tre anni di servizio;
-hanno conseguito i 24 CFU in materie di pedagogia, metodologia, ecc. (requisito
che offriamo in più rispetto allo straordinario di nostra spontanea volontà a maggiore
garanzia della nostra competenza e preparazione);
-hanno superato il periodo di prova di 90 giorni, presente soltanto in provincia di
Trento (requisito che offriamo in più rispetto allo straordinario di nostra spontanea
volontà a maggiore garanzia della nostra competenza e preparazione);
-sono iscritti nelle attuali graduatorie d’istituto Trentine;

bandendo per il suddetto concorso per titoli e servizio un congruo numero di posti
per tutte le classi di concorso, senza quindi considerare che con straordinario e
ordinario si andrebbero a coprire quasi tutte le cattedre vacanti.
A questo proposito, chiediamo a Lei di poter intervenire con un’ordinanza, o
qualsiasi altro strumento in Suo potere:
1) volto a sospendere i concorsi straordinario e ordinario della scuola per la
salvaguardia del corpo docenti, della popolazione studentesca, delle famiglie
Trentine finché non sarà cessata l’emergenza pandemica da coronavirus;
2) o, se il punto 1) non fosse possibile, per qualsiasi ragione, che comunque non
comprenderemmo, volto a garantire a coloro che parteciperanno al concorso
per titoli e servizio di cui sopra di essere immessi in ruolo prima dei vincitori
dei concorsi straordinario e ordinario.
Le chiediamo a gran voce di ascoltare chi nella scuola ci lavora ogni giorno spesso
da molti anni, si accorgerà che per sanare questa enorme piaga basterebbe un po'
di buon senso.
Certi di un suo pronto ed efficace intervento, Le porgiamo i nostri più cordiali e sentiti
saluti.
Firmato
Precari storici della scuola del Trentino

 

0 hanno firmato. Arriviamo a 500.
Più firme aiuteranno questa petizione a ottenere una risposta da parte del decisore. Aiuta a portare questa petizione a 500 firme!