No alla legge Fiano, No al reato d'opinione.

0 hanno firmato. Arriviamo a 500.


Da cittadino italiano ho visto la mia classe politica fare molti sbagli, ma li ho sempre accettati. E' la democrazia rappresentativa: posso esser d'accordo o dissentire, ma alla fine accetto. Ma questa volta è la prima volta che vedo proporre una legge che non posso accettare. Una legge che introduce il reato d'opinione. Questo è un qualcosa di inaccettabile, ben peggiore di qualsiasi altra scelta politica, anche la più discutibile. Oggi si introduce una limitazione di pensiero. Oggi riguardo il fascismo, ma crea un pericoloso precedente. Oggi non lottiamo contro una tassa iniqua. Oggi lottiamo per la libertà di pensiero, cominciando da quello più esecrabile.

Qua i punti sono 3:

- L'opinione non è mai un reato.
Non può essere reato l'essere (o il dirsi) fascista. E' reato compiere quegli atti (come l'uso della violenza come strumento di lotta politica, il razzismo, il tentativo di instaurare un regime dittatoriale non democratico, il perseguitare chi dissente dalla tua posizione) che hanno reso il fascismo un movimento condannato dalla storia

- Come evitare i fascisti?
Insegnando il fascismo. Insegnando ogni singola cosa buona fatta dal fascismo. Non lasciarle indietro neppure una. E, poi, spiegare tutte quelle negative. E lasciare il giudizio a ogni singola persona. Perché, è chiaro, basta veramente un pizzico di senno per darne un giudizio negadivo. Che non vuol dire negare gli aspetti buoni, che esistono e che possono pure essere usati come ispirazione. Vuol dire constatare che il nocciolo del fascismo è stato quello di una dittatura violenta.

- Come evitare il risorgere dei nazi-fascismi?
Insegnando di come sono saliti al potere. Di come milioni di italiani e di tedeschi li hanno supportati. Di come abbiamo visto due democrazie scivolare delle più orribili dittature. Di come Hitler fu regolarmente eletto cancelliere. Di come nessuna dittatura di presenta come il male puro (come invece certi documentari in bianco e nero fanno pensare). Di come i "cattivi" si presentino come l'ultimo baluardo contro i poteri forti, la corruzione e come i paladini del popolo. Di come, per dirla alla Montanelli, le democrazie non vengono uccise: esse muoiono da sole; e poi si da la colpa a chi le sotterra.


Noi chiediamo quindi al Senato di bloccare questa legge liberticida, FASCISTA e controproducente. Fare leggi che limitano il pensiero con il pretesto di limitare un pensiero cattivo sono DA SEMPRE il primo passo verso il deterioramento di una democrazia.



Oggi: Luca conta su di te

Luca Marioni ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "No alla legge Fiano, No al reato d'opinione.". Unisciti con Luca ed 213 sostenitori più oggi.