Petition Closed
41,774
Supporters

Internet, così come tutti lo conosciamo, è a rischio. Se non agiamo subito, il nostro diritto di comunicare liberamente e condividere le informazioni potrebbe cambiare per sempre.

In meno di quattro settimane, l'UIT (Unione internazionale delle telecomunicazioni) delle Nazioni Unite intende adottare nuove regole per porre un vincolo alle libertà fondamentali dei cittadini online.

Alcune società di telecomunicazioni si sono unite ad alcuni paesi, tra cui la Cina, l'Egitto e l'Arabia Saudita (i quali hanno già posto pesanti restrizioni sulle libertà in Internet), per proporre un trattato in seno alla Conferenza mondiale dell'ONU sulle telecomunicazioni.

Fino ad oggi la proposta è passata inosservata, ma potrebbe avere gravi ripercussioni e dobbiamo agire rapidamente per mostrare all'UIT e ai suoi paesi membri che i cittadini non resteranno a guardare mentre vengono minati alla base i loro diritti di comunicare liberamente.

La proposta consentirebbe ai governi e alle società di tutto il mondo di:

- Far pagare agli utenti servizi quali la posta elettronica e Skype;

- Limitare l'accesso a Internet; e

- Monitorare tutto ciò che accade online

Le nuove regole colpirebbero chi vive nei paesi più poveri e, in misura maggiore, chi vive sotto regimi dittatoriali.

Aggiungi il tuo nome alla petizione globale e chiedi ai rappresentanti del tuo governo che parteciperanno alla conferenza di respingere queste modifiche che limiteranno in maniera grave, nonché permanente, le libertà su Internet. Agisci ora, prima che sia troppo tardi. Abbiamo bisogno di un nuovo processo in cui la voce della gente sia adeguatamente ascoltata, inclusi quei lavoratori i cui mezzi di sussistenza sono sempre più pregiudicati da Internet.

Firmando la petizione, aggiungerai la tua voce a quella di decine di migliaia di persone che lottano contro una regolamentazione della rete superflua e restrittiva.

Una rete Internet interamente controllata da governi e grandi aziende nega la vera essenza di ciò che Internet rappresenta - un accesso sicuro e gratuito per tutti.

Ecco perché è fondamentale unire le nostre forze e chiedere ai nostri leader nazionali e alle organizzazioni internazionali di rispettare le libertà offerte a tutti da Internet e bloccare questa proposta sul nascere.

La nostra libertà online dipende da te, e non c'è molto tempo. L'UIT deciderà in merito alla proposta in meno di quattro settimane,quindi firma la petizione oggi stesso.

 

Letter to
Membri votanti della Conferenza mondiale
Interrompiamo la conquista della rete!

Ai membri votanti della Conferenza mondiale sulle telecomunicazioni internazionali:

Mi oppongo fermamente a qualsiasi tentativo che mini alla base le libertà fondamentali dei cittadini online.

Vi esorto a usare i vostri poteri di voto per respingere la proposta che potrebbe cambiare per sempre le regole che governano Internet.

Considero il mio accesso a Internet come una fonte d’informazione aperta, un mezzo di comunicazione vitale e una fonte di collegamento e di scambio globale.

Sono preoccupato che il trattato possa:
- Porre a pagamento servizi quali la posta elettronica e Skype;
- Accordare ai governi maggiori poteri di limitazione dell'accesso a Internet;
- Aumentare la capacità dei governi di monitorare e porre vincoli all'uso di Internet; e
- Colpire in modo particolare gli utenti Internet dei paesi più poveri.

Questa è una minaccia diretta al mio diritto di accedere a Internet e ha implicazioni per la libertà di associazione e la libertà di parola.

Mi rivolgo ai leader nazionali e internazionali che interverranno alla Conferenza mondiale sulle telecomunicazioni internazionali organizzata dalle Nazioni Unite dal 3 al 14 dicembre a Dubai, affinché rispettino la libertà di Internet e respingano la proposta dell'UIT di monetizzare, limitare e regolamentare Internet.

Vi esorto a usare i poteri di voto di cui disponete per respingere la proposta e garantire che Internet rimanga una risorsa che collega il mondo. Auspico un nuovo processo aperto e onnicomprensivo per tutti gli utenti di Internet.