NO alla chiusura del Consultorio ASL in Via Boemondo - zona Stazione Tiburtina - Roma

0 hanno firmato. Arriviamo a 2.500.


Nei pressi della stazione Tiburtina di Roma, in via Boemondo, esiste un luogo che a dispetto del degrado, dell'abbandono, dell'incuria e della assenza delle istituzioni che hanno trasformato Roma nella peggiore capitale d'occidente, accadono i seguenti fatti:

  • si educa alla salute;
  • si informano gli adolescenti sui metodi contraccettivi, sessualità ed interruzione della gravidanza;
  • le donne incinte vengono assistite ed informate fino al giorno del parto con corsi di accompagnamento alla nascita;
  • le neo mamme ricevono assistenza per allattamento e puerperio;
  • i futuri papà vengono educati e formati a partecipare attivamente alla nascita ed ai primi mesi di vita del neonato;
  • si prenotano visite specialistiche ( ginecologia, ostetriche, senologiche ) senza prescrizione medica;
  • si riceve assistenza psicologica e sostegno sociale;
  • si fanno visite pediatriche e consulenze di puericultura;
  • c'è un servizio di mediazione familiare;
  • si fa prevenzione con Pap TEst, HPV test; 
  • si fanno incontri di educazione sessuale nelle scuole,
  • ci si sente meno soli ed abbandonati .

Le prestazioni sono gratuite ed avvengono in forma anonima . Non serve presentare documenti anzi , si possono ottenere certificati in caso di necessità.

Tutto questo sta per finire. Il management della ASL Roma I ha deciso di chiudere di fatto questa struttura nel modo più subdolo. I valenti dipendenti del consultorio sono stati in via informale già trasferiti nella struttura di via dei Frentani e nel frattempo sono iniziati i lavori per trasformare il consultorio in un enorme centro vaccini. NESSUNO DELLA ASL ROMA I HA NOMINATO LA PAROLA CHIUSURA E NON CI SONO ATTI PUBBLICI A RIGUARDO. MA DI FATTO  E' COSI'. Le conseguenze, anche solo logistiche, sono enormi. Via Boemondo verrà sommersa dal traffico alimentato da chi deve vaccinarci. Donne incinte. anziani, disabili e neo mamme con i piccoli saranno costretti a superare il caos dell'Università La Sapienza ( ateneo tra i più affollati d'Europa ) per ricevere assistenza.  In una città in cui 10 muniti di pioggia creano 10 giorni di disagi e danni incalcolabili.  Questo è un altro colpo per uccidere la qualità della vita a Roma . Ma soprattutto famiglie, mamme singles, persone in difficoltà perdono un punto di riferimento importantissimo. Tutto il quartiere verrà impoverito .

SOTTOSCRIVI ANCHE TU LA PETIZIONE PER IMPEDIRE L'ENNESIMO SCIPPO DI SERVIZI ALLA POPOLAZIONE. IL CONSULTORIO DI VIA BOEMONDO DEVE RESTARE OPERATIVO. 

Le nostre firme dimostreranno l'importante funzione sociale che il consultorio di via Boemondo svolge. Cerchiamo di sensibilizzare la classe politica che gestisce la sanità del Lazio nel tentativo di salvare il nostro presidio sociale e sanitario.



Oggi: Luigi conta su di te

Luigi La Motta ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "NO alla chiusura del Consultorio ASL in Via Boemondo - zona Stazione Tiburtina - Roma". Unisciti con Luigi ed 1.526 sostenitori più oggi.