Petition Closed

A Carpineto stanno uccidendo Vacche e Tori, ingiustamente accusati di portare malattie ed essere un pericolo. I bovini sono in completa libertà. L'associazione Per Animalia Veritas si fa promotrice per fermare questa uccisione inutile invitando tutti a scrivere al sindaco e chiedendo di trovare soluzioni alternative come rifugi e santuari.

Egregio Sig. Sindaco,


Con la presente Le chiedo di intraprendere ogni azione necessaria al fine di non procedere all'abbattimento dei bovini che, ad oggi, vengono avvistati in libertà nei territori di Sua competenza. In Italia vi sono molte realtà e rifugi nati proprio per accogliere gli "animali da reddito" che non trovano una collocazione fisica ed un idoneo quadro giuridico di riferimento al di fuori del ciclo produttivo e dell'industria della carne.

E' in corso un'azione urgente da parte di associazioni per la tutela dei diritti degli animali per trovare, proprio nei citati rifugi, una collocazione definitiva dei bovini in questione al di fuori del territorio di Carpineto.

La prego di valutare con il dovuto approfondimento anche le ripercussioni mediatiche negative per il Suo Comune dovrebbe affrontare qualora optasse per una soluzione drastica del problema, anche alla luce della velocissima diffusione nel mondo animalista delle notizie relative alla situazione di questi animali.
Certo di una sua pronta analisi della questione, auspicando con fermezza l'immediata sospensione di ogni linea d'azione eventualmente intrapresa che porti alla soppressione dei bovini in libertà nel territorio di Carpineto, nonché la Sua apertura verso la ricerca di soluzioni eticamente sostenibili.


Cordiali saluti
----------------


Il numero di telefono del Sindaco
06/97180044

Pagina Facebook del Sindaco
https://www.facebook.com/quirino.briganti

Letter to
Sindaco di Carpineto Quirino Briganti
Vicario-Coordinatore Prefettura Dott.ssa Giuliana GIAQUINTO
Egregio Sig. Sindaco,
con la presente Le chiedo di intraprendere ogni azione necessaria al fine di non procedere all'abbattimento dei bovini che, ad oggi, vengono avvistati in libertà nei territori di Sua competenza. In Italia vi sono molte realtà e rifugi nati proprio per accogliere gli "animali da reddito" che non trovano una collocazione fisica ed un idoneo quadro giuridico di riferimento al di fuori del ciclo produttivo e dell'industria della carne.
E' in corso un'azione urgente da parte di associazioni per la tutela dei diritti degli animali per trovare, proprio nei citati rifugi, una collocazione definitiva dei bovini in questione al di fuori del territorio di Carpineto.
La prego di valutare con il dovuto approfondimento anche le ripercussioni mediatiche negative per il Suo Comune dovrebbe affrontare qualora optasse per una soluzione drastica del problema, anche alla luce della velocissima diffusione nel mondo animalista delle notizie relative alla situazione di questi animali.
Certo di una sua pronta analisi della questione, auspicando con fermezza l'immediata sospensione di ogni linea d'azione eventualmente intrapresa che porti alla soppressione dei bovini in libertà nel territorio di Carpineto, nonché la Sua apertura verso la ricerca di soluzioni eticamente sostenibili.
Cordiali saluti
----------------