No al #DecretoSicurezzaBis: Rischio Dittatura!

0 hanno firmato. Arriviamo a 25.000.


A tutti gli italiani, ai Ministri, al Parlamento e al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella

Il Decreto Sicurezza Bis voluto dal Ministro Salvini rappresenta un pericoloso tentativo di limitare la democrazia in Italia. 

Questo per tre ragioni principali:

  1. Un incomprensibile spostamento di competenze dal Ministero dei Trasporti a esclusivo vantaggio del Viminale, che vedrebbe così i suoi poteri accresciuti da un giorno all'altro.
  2. Le multe ingiustificate previste per chi soccorre i naufraghi in mare, provvedimenti che ledono la dignità di ogni essere umano e vanno contro la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani e contro l'art. 2 della Costituzione italiana.
  3. Infine la preoccupante proposta di vietare il dissenso e l'espressione del libero pensiero, additando come delitto qualsiasi forma di opposizione, attiva o passiva che sia, durante legittime manifestazioni. Ciò va in netto contrasto con quanto sancito dall'art. 21 della Costituzione riguardo la libertà di manifestare il proprio pensiero in ogni forma, e porterebbe l'Italia a scivolare verso un'inquietante deriva autoritaria.

Per questi motivi, noi cittadini italiani ci opponiamo con forza a questo Decreto Sicurezza Bis voluto dal Ministro dell'Interno Salvini perché rappresenta un pericoloso ed eversivo tentativo di distruggere la nostra democrazia e farci scivolare verso una dittatura similmente a quanto è avvenuto e sta avvenendo in Turchia per mano di Erdogan che ha agito con mezzi simili per accentrare su di sé il potere.

Chiediamo quindi:

  • ai membri del Consiglio dei Ministri di non approvare il decreto sicurezza bis
  • al Parlamento di non convertirlo in legge
  • e infine al Presidente della Repubblica di sospenderne l'eventuale emanazione.

Grazie.

 

Matteo Melis e altri cittadini italiani