No al “Bosco dello Sport”: Appello alla Presidente Ursula Von der Leyen

No al “Bosco dello Sport”: Appello alla Presidente Ursula Von der Leyen

0 hanno firmato. Arriviamo a 1.500.
Più firme aiuteranno questa petizione a destare l'interesse dei media locali. Aiuta a portare questa petizione a 1.500 firme!
Martini Giovanni Andrea ha lanciato questa petizione

Gentile Presidente Von der Leyen,

Le opportunità che l’Unione Europea sta dando agli stati membri grazie allo strumento di Ripresa e Resilienza all’interno del Next Generation EU sono senza precedenti, ma proprio per questo gli sforzi dei Paesi, delle Regioni e delle Città dovrebbero andare in progetti che davvero facciano la differenza e compiano passi verso la Transizione a cui tutti dobbiamo tendere.

Purtroppo non sempre ciò avviene sentiamo il dovere di farLe sapere che lo Stato Italiano sta per approvare il finanziamento di un progetto sul territorio di Venezia che non ha nulla a che fare con le priorità della Sua Commissione.

Le problematicità di Venezia sono tristemente note: oltre e al di là dei rischi ambientali, la città storica e le isole perdono residenti e attività produttive in modo preoccupante, il futuro di Porto Marghera ancora non è chiaro e il degrado sociale di Mestre ha raggiunto ormai livelli allarmanti.

A questa situazione, il Comune di Venezia e la Città Metropolitana di Venezia rispondono con un progetto, considerato prioritario, che prevede la costruzione di un nuovo stadio e di infrastrutture sportive e viarie su terreni agricoli situati vicino all’aeroporto di Tessera, anch’esso prossimo ad un’ulteriore estensione.

Il progetto è stato chiamato “Bosco dello Sport”, per dare risalto alla sostenibilità ambientale, ma, di fatto, avrà un impatto pesante sulla vivibilità dell’intera area, parzialmente ancora agricola, determinando forti squilibri in termini di traffico

Come me, molti cittadini ritengono che questo progetto (che nasce in realtà anni fa, quando ancora non era così sviluppata la sensibilità ambientale e non erano diffusi concetti come “Transizione” e “Città in 15 minuti”) non dovrebbe essere finanziato, perché dovrebbero essere assolutamente altri i passi da fare per intraprendere convintamente la strada della transizione.

Peraltro il “Bosco dello Sport” non risponde agli obiettivi della missione 5 del PNRR italiano, che riguardano la rigenerazione urbana e gli interventi sul disagio sociale.

Pur comprendendo che le priorità di questo drammatico periodo sono altre, Le chiedo di poter dedicare un po’ di attenzione a Venezia, per fermare una spesa pubblica davvero inutile. Un “no” della Commissione a questo tipo di approccio progettuale darebbe un segnale assolutamente positivo e costruttivo verso chi crede veramente nelle politiche urbane sostenibili e le porta avanti con serietà.

0 hanno firmato. Arriviamo a 1.500.
Più firme aiuteranno questa petizione a destare l'interesse dei media locali. Aiuta a portare questa petizione a 1.500 firme!