Diritto alla frequentazione della montagna nella propria Regione

0 hanno firmato. Arriviamo a 5.000.


In previsione della fase 2, relativa all'emergenza Coronavirus, si chiede la possibilità di frequentare e quindi di raggiungere all'interno della propria Regione i luoghi di montagna. Le montagne appartengono agli spazi aperti e alla natura e sono noti gli effetti benefici che produce sulla psiche e sul metabolismo. Si chiede pertanto la possibilità di frequentarle consentendolo con i membri della propria famiglia, da soli o con al massimo un'altra persona non appartenente alla propria famiglia. In quest'ultimo caso dovrà essere mantenuta la distanza minima di 1,5 metri. E' ovvio che sarà vietata la formazioni di gruppi.