MUSCATELLO covid hospital? Allora ridateci Villa SALUS ospedale di zona industriale.

0 hanno firmato. Arriviamo a 1.000.


L'ospedale Muscatello di Augusta è ospedale di zona per i rischi ambientali da incidenti industriali, eppure da Venerdì 20 Marzo ha riconvertito temporaneamente il reparto di chirurgia per accogliere pazienti covid da tutta la provincia di Siracusa. Inoltre il piano sanitario prevederebbe di sacrificare ulteriori reparti, incluse le sale operatorie se necessarie per la terapia intensiva covid della provincia. Senza sale operatorie, la funzionalità del pronto soccorso sarebbe severamente compromessa.

Da consigliere comunale di Augusta, a causa della sospensione per cause tecniche di tutte le attività consiliari già dal 9 Marzo, posso solo prendere atto della situazione di fatto e di decisioni prese e comunicate senza condivisione col Consiglio comunale.

Propongo pertanto che il piano sanitario sanitario per l'emergenza Covid preveda in compensazione per i servizi soppressi al Muscatello la riapertura dell'ex Villa SALUS, dismessa circa un anno fa, per farne il pronto soccorso di zona industriale e così ripristinare i servizi ospedalieri temporaneamente soppressi (chirurgia), da sopprimere, e quelli non ancora attivati benchè già previsti dal piano regionale di rete sanitaria, come oncoematologia.

L'area industriale del Polo petrolchimico, area a rischio sismico di livello 2, comprendente i comuni di Melilli, Priolo, Sortino ed Augusta, in tal modo non subirebbero una ingiustificata discriminazione di trattamento a causa della riconversione dei posti letto per pazienti covid.