Sostegno alle produzioni low budget del nuovo cinema italiano

0 hanno firmato. Arriviamo a 200.


Petizione per un cambiamento culturale e radicale del finanziamento cinematografico. Ovvero dare la possibilità a soggetti che operano in questo campo (nuovi registi, produttori emergenti, sceneggiatori, attori, e persone comuni con un buon progetto) ad ottenere un contributo a fondo perduto per la realizzazione di pellicole cinematografiche innovative, culturalmente meritevoli, al di fuori dai canali ufficiali. Non tutti sanno che oggi chi ha un'idea, o un progetto cinematografico da sviluppare e portarlo poi nelle sale cinematografiche sia italiane che estere si scontra con mille difficoltà, soprattutto economiche. Andando al cinema potrete notare che i film sono sempre i soliti, nel senso che ci sono sempre gli stessi registi, gli stessi attori (soliti appuntamenti con i film di Natale etc. etc.). Tutte le pellicole invece che non hanno dei nomi noti sono relegate al cosiddetto cinema indipendente dove il massimo della soddisfazione per questi "eroi" che spesso si autoproducono, è quella di partecipare ad un Festival del Cinema per poi sparire. A tutti invece deve essere data la possibilità di portare le proprie opere, se valide, nelle sale cinematografiche ed essere giudicati dal grande pubblico come avviene per il cinema cosiddetto blasonato.

Ogni Regione italiana ha la "Film Commission" a supporto delle riprese ma non basta. Ci sono troppi paletti e poi è previsto che il film finanziato dalla film Commission debba portare alla Regione stessa un introito economico e turistico. Cioè ricevi dei soldi che poi devi comunque spendere sul territorio, e con questo finanziamento non ti è permesso di pagare gli artisti ,ad esempio, che rappresentano la spesa principale di un film. Della Film Commission infatti si avvale anche la Rai che di certo non avrebbe bisogno di denari. In sostanza la F. C. per una produzione che nascs a livello locale non serve.

Che c'entra poi tutto questo con l'arte?  Nulla.

Serve invece un contributo a fondo perduto per il realizzo di un progetto filmico reputato di chiaro valore artistico e culturale, e un tappeto rosso da far camminare quella persona che anche con 50.000 euro riuscirà a produrre un film che nei salotti buoni del cinema italiano costerebbe almeno 700.000 e ci teniamo molto bassi.

Come è possibile realizzare e forse anche a distribuire un film con così pochi soldi? E' possibile perché tutto lo staff, il regista, le comparse, le maestranze varie, gli attori, sono mossi in primis dalla passione, e per il realizzo di un progetto in cui credono possono accontentarsi di  prendere retribuzioni basse.

La passione e la convinzione che il progetto riesca, smuove il mondo, ma serve una boccata di ossigeno iniziale, un minimo di finanziamento come accennato sopra per partire. Un contributo a fondo perduto che può partire da 20.000 euro fino ad arrivare a 50.000. Cifre ridicole per gli addetti ai lavori, ma assicuriamo che si può fare un gran bel lavoro. Cioè possiamo realizzare cinema di livello con queste cifre perchè noi non ci mangiamo sopra.

Citeremo un esempio per far capire che non servono ingenti capitali per fare un film se il progetto è valido..

Al produttore del celeberrimo film "Ultimo tango a Parigi" gli venne in mente di chiamare come protagonista Marlon Brando, un suo collaboratore gli fece notare che sarebbe un gran colpo ma chi lo paga? Non li abbiamo i soldi per pagare un grande attore. Inviarono lo stesso la sceneggiatura a Marlon Brando che rispose:

Non preoccupatevi vengo gratis, faremo un contratto sugli incassi. Tutti sappiamo come andò a finire.

Movie and theatre è una comunità di professionisti presente su Facebook, Il direttore artistico è l'attore regista Marcello Crea. Rappresenta da poco  THE AMERICAN AND ITALIAN FOUNDATION SRLs con sede a Milano e Los Angeles.

Per il cinema serve un contributo a fondo perduto da parte delle Regioni al di fuori delle Film Commission per le ragioni sopra enunciate.

Questa petizione è diretta  anche al Vice Presidente del Consiglio Luigi Di maio. Al fine di  conseguire un "reddito di cittadinanza" anche per le idee e la cultura e il nuovo cinema, con i suoi nuovi autori. Grazie

Marcello crea

 

 



Oggi: Marcello conta su di te

Marcello Crea ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Movie and theatre: Sostegno alle produzioni low budget del nuovo cinema italiano". Unisciti con Marcello ed 106 sostenitori più oggi.