LA SCUOLA DEVE ESSERE DI QUALITA' ANCHE AI TEMPI DEL COVID

LA SCUOLA DEVE ESSERE DI QUALITA' ANCHE AI TEMPI DEL COVID

0 hanno firmato. Arriviamo a 200.
Più firme aiuteranno questa petizione a destare l'interesse dei media locali. Aiuta a portare questa petizione a 200 firme!
Angelo Besana ha lanciato questa petizione e l'ha diretta a Mirko Bisesti (Ass. prov.le Istruzione) e Roberto Ceccato (Dip. Istruzione e cultura - P.A.T.)

Alla scuola secondaria di primo grado di Cognola-Trento, la dirigente ha deciso prima di andarsene in pensione (1 settembre) di scomporre le quattro classi terze e di formare cinque nuove sezioni per ridurre il numero di studenti in aula, riarticolando completamente alunni e insegnanti, nonostante gli spazi interni all'istituto ne avrebbero potuto garantire il mantenimento rispettando le norme sanitarie di distanziamento fisico. La riarticolazione delle classi è stata eseguita senza alcuna consultazione degli insegnanti di riferimento delle precedenti classi e tenuta all'oscuro del personale docente e dei genitori fino all'ultimo.

NELLA FORMAZIONE DELLE NUOVE CLASSI, NON SI E' MINIMAMENTE TENUTO CONTO DELLE DINAMICHE RELAZIONALI, DELLA CONTINUITA' DIDATTICO EDUCATIVA, DEL FATTO CHE QUESTI RAGAZZI E RAGAZZE PARTIRANNO CON UN GRUPPO DI INSEGNANTI TOTALMENTE DIVERSO DA QUELLO CON IL QUALE HANNO VISSUTO E LAVORATO NEI DUE ANNI PASSATI E CON LA NECESSITA' DI CREARE NUOVAMENTE RELAZIONI SIGNIFICATIVE CON I PARI, IN UN ANNO GIA' PARTICOLARMENTE DIFFICILE, SIA PER L'ETA' DEI RAGAZZI STESSI CHE PER LA SITUAZIONE EMERGENZIALE.

Tale soluzione, inoltre, comporterebbe un aggravio di costi.

La dirigente che ha imposto questa decisione è andata in pensione scaricando su altri il peso delle sue scelte che, quanto meno, hanno già avuto un primo effetto negativo, accrescendo il carico di incertezze che già grava su questo nuovo anno scolastico. Questa dirigente, oltre a ciò, aveva preso anche un'altra grave decisione per la scuola primaria di Martignano che, dopo le pubbliche denunce e l'opposizione ufficiale da parte di insegnanti e genitori, è stata però opportunamente annullata dal Dipartimento Istruzione e cultura.

CHIEDIAMO dunque CHE, anche per il caso delle classi terze della scuola secondaria di primo grado di Cognola-Trento, il dott. MIRKO BISESTI, Assessore all'istruzione, università e cultura, e il dott. ROBERTO CECCATO, responsabile del Dipartimento Istruzione e cultura, INTERVENGANO PER ANNULLARE LA RIARTICOLAZIONE PREVENTIVATA DELLE SEZIONI E RIVALUTARE LE SOLUZIONI ALTERNATIVE DI ORGANIZZAZIONE DEGLI SPAZI DI INSEGNAMENTO.


Firmando questa petizione ci aiuterete nel tentativo di consentire alle nostre ragazze, ai nostri ragazzi ed ai loro insegnanti di concludere il ciclo in un clima di serenità almeno parziale.

 

I genitori della ex IIB della SSPG dell'Istituto Comprensivo Trento 2

0 hanno firmato. Arriviamo a 200.
Più firme aiuteranno questa petizione a destare l'interesse dei media locali. Aiuta a portare questa petizione a 200 firme!