CALABRIA NO ALLA SOSPENSIONE PRESTAZIONI CONVENZIONATE LABORATORI PRIV. A DANNO DEI MALATI

0 hanno firmato. Arriviamo a 500.


 Mi appello al buon senso e alla coscienza di chi ha posto un veto alle strutture sanitarie, pubbliche e private, laboratori di analisi, strutture private accreditate di radiologia, tac, ecografia, cardiologia, risonanza magnetica, ecc ecc, le quali dal 4 giugno, sono stati costretti a far pagare ai calabresi visite ed esami , altrimenti l’ unica soluzione è recarsi in ospedale con lunghe liste d’attesa.
In Calabria la sanità ha delle lacune che incidono notevolmente sulla vita di ognuno di noi!
Chi ad esempio è preda della bestia chiamata “Cancro” ha necessità impellente di prevenire e stabilire la gravità della malattia, non è possibile aspettare l’esito prolungato di esami che dovrebbero essere fatti nell’immediato!
Il cancro non aspetta il pagamento delle strutture adibite, invade senza fermarsi .
La Sanità Calabrese per non parlare di altre strutture , ha necessità di essere rivisitata e rivalutata.Mi rivolgo a chi di dovere, affinché la lenta agonia di una terra martoriata possa ritrovare quella boccata d’ ossigeno che merita!
Parlo a nome di tutti quei concittadini che in questo momento della loro vita sono in preda allo sconforto, e che non solo dovranno affrontare il
Male del secolo ma dovranno anche combattere con l’abbandono da parte di quelle istituzioni che dovrebbero tutelarli!
Ricordiamoci che il
CANCRO non guarda in faccia nessuno, né ricchi ne’ poveri .



Oggi: Asep conta su di te

Asep Associazione sociale estetica professionale ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Ministro per il Sud Barbara Lezzi : CALABRIA NO ALLA SOSPENSIONE PRESTAZIONI CONVENZIONATE LABORATORI PRIV. A DANNO DEI MALATI". Unisciti con Asep ed 254 sostenitori più oggi.