Vaccino COVID priorità ai docenti

Vaccino COVID priorità ai docenti

0 hanno firmato. Arriviamo a 2.500.
Quando arriverà a2.500 firme, questa petizione avrà più possibilità di essere presa in considerazione dai media e dai giornali locali!

Giuseppe Romano ha lanciato questa petizione e l'ha diretta a Ministro della salute e a

DIRITTO ALLA SALUTE

L'art. 32 della Costituzione afferma che "La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell'individuo e interesse della collettività, e garantisce cure gratuite agli indigenti.

PIANO VACCINI COVID-19

Il ministro della Salute Roberto Speranza ha presentato il 2 dicembre 2020 le linee guida del Piano strategico per la vaccinazione anti-SARS-CoV-2/COVID-19, elaborato da Ministero della Salute, Commissario Straordinario per l’Emergenza, Istituto Superiore di Sanità, Agenas e Aifa. 

A conclusione delle comunicazioni del Ministro della Salute il Senato e la Camera hanno approvato il documento.

Ecco i punti fondamentali del Piano:

  • vaccinazione gratuita e garantita a tutti
  • oltre 215 milioni di dosi disponibili in base agli accordi stipulati, e dopo autorizzazione dell'EMA e dell'AIFA (stima aggiornata al 30 dicembre 2020)
  • 27 dicembre 2020, inizio vaccinazione in Italia ed Europa (Vaccine Day)
  • identificazione delle categorie da vaccinare con priorità nella fase iniziale a limitata disponibilità dei vaccini: operatori sanitari e sociosanitari, residenti e personale delle Rsa per anziani
  • logistica, approvvigionamento, stoccaggio e trasporto, di competenza del Commissario straordinario
  • governance del piano di vaccinazione, assicurata dal coordinamento costante tra il ministero della Salute, la struttura del Commissario straordinario e le Regioni e Province Autonome
  • sistema informativo per gestire in modo efficace, integrato, sicuro e trasparente la campagna di vaccinazione
  • farmacosorveglianza e sorveglianza immunologica per assicurare il massimo livello di sicurezza nel corso di tutta la campagna di vaccinazione e la risposta immunitaria al vaccino.

RIAPERTURA DELLE SCUOLE

Il problema della riapertura delle scuole è stato al centro dell’incontro tra governo e presidenti di Regione, svolto domenica sera, per lo studio di un provvedimento ponte tra il 7 e il 15 gennaio. Tra le ipotesi al vaglio, dato l’andamento dei numeri della pandemia, ci sarebbe la possibilità per le regioni che il 7 gennaio avranno il colore giallo di riaprire le loro scuole superiori in presenza al 50 per cento. Le regioni in arancione, no. Le Regioni che resterebbero fuori, sarebbero: Veneto, il Friuli Venezia Giulia, la Liguria, l’Emilia Romagna, le Marche e la Calabria. A queste si aggiungono anche Campania e Puglia che hanno già intenzione di posticipare l’apertura emanando un proprio calendario regionale. Mentre l’Emilia Romagna, sebbene regione a rischio, si dice pronta a far ripartire gli studenti in presenza già dal 7.

Considerato l'andamento delle curva epidemiologica 

Considerato che le scuole devono riaprire

Considerato che la salute dei docenti va assicurata

VACCINIAMO PRIMA TUTTI I DOCENTI E POI RIAPRIAMO LE SCUOLE !!!!

 

0 hanno firmato. Arriviamo a 2.500.
Quando arriverà a2.500 firme, questa petizione avrà più possibilità di essere presa in considerazione dai media e dai giornali locali!