STOP pellicole antiaderenti E CHIAREZZA sui materiali per la cucina

0 hanno firmato. Arriviamo a 1.000.


Con questa petizione vogliamo fare chiarezza sulle pellicole antiaderenti delle pentole e su gli altri materiali per la cucina (alluminio, acciaio, ecc..), che quotidianamente entrano in contatto con i cibi che ingeriamo e che possono diventare pericolosi per la nostra SALUTE, specialmente se sottoposti a temperature elevate e a processi chimici critici.

Ogni persona ha diritto di sapere che cosa ingerisce e maturare una chiara consapevolezza in merito a ciò.

Ci è stato detto che il noto teflon (PFOA) non andava ad interagire con il nostro organismo anche se ingerito...BENE, ora che è stato bandito negli USA, proprio per i danni che ha provocato, che cosa ci diranno di nuovo?  I nuovi polimeri cosiddetti a "catena corta" (PFA), di ugual origine di quelli precedenti banditi, come possono essere considerati innocui? E l'ambiente cosa dice, per il quale non vi sono alcune possibilità di smaltimento e riciclo?

Ora in commercio si trovano padelle bianche, blu, verdi, simil-pietra....LO VOGLIAMO DIRE che queste sono sempre vernici semplicemente arricchite di polverina/sabbia e che non hanno nulla a che fare con la CERAMICA, PIETRA, MARMO o addirittura TITANIO e DIAMANTE?!! 

QUESTI NON SONO PIU' SOLO SOSPETTI e I GIA' MOLTI DANNI SONO STATI FATTI agli ESSERI VIVENTI E ALL'AMBIENTE!

 

Noi possiamo per ora consigliarvi di essere accorti e le seguenti indicazioni:

Qualsiasi vernice ANTIADERENTE, anche sotto tendenziosi nomi che richiamano all'idea di CERAMICA, di PIETRA, di GRANITO... :  "il solo contatto fa si che le particelle si stacchino e vengano assimilate con i cibi, passano nel sangue e nel sistema linfatico...alla lunga i tessuti diventano CANCRO!"
Ma c'è di più:  "una padella già a temperature tipiche da cottura, libera fumi che sono come GAS NERVINI (da cui la malattia da fumi di polimero, che le persone possono scambiare per una comune influenza)."

Ed ancora:  "queste vernici polimeriche, a fine vita della pentola, non sono riciclabili per cui vengono bruciate, liberando inevitabilmente sostanze tossiche dannose per l'ambiente."

 

ALLUMINIO:  "viene assimilato (in particolare ad alte temperature e con cibi acidi) e si va a localizzare nelle ossa (causando perdita di massa ossea) ma soprattutto nel sistema nervoso (viene considerato un metallo neurotossico). Ciò porta a malattie neurodegenerative fatali come Alzheimer e Parkinson. Note per essere malattie degli anziani, sono sempre più i casi riscontrati intorno ai 40 anni, nonché impatti determinanti vi sono anche nei cervelli in via di sviluppo dei bambini. Una volta accumulato NON c'è più possibilità di smaltirlo dal corpo umano."

 

RAME:  "è tossico perchè genera facilmente l'ossido di rame, fortemente velenoso. Spesso a questo inconveniente si cerca di limitare con rivestimenti di STAGNO, il quale però è un metallo pesante e anche le sue cessioni sono altamente tossiche."

ACCIAIO INOX:  "contiene alte percentuali di NICHEL e CROMO in percentuali elevate, dell'ordine del 10-20%....anche questi sono tossici e alla lunga possono sviluppare allergie". Inoltre la pessima conducibilità del calore ne allunga notevolmente i tempi di cottura, aumentando così inutilmente i consumi di energia."

 

Per maggior approfondimento dei casi sopraccitati e per conoscere la SOLUZIONE che riteniamo risolva completamente tutti questi problemi: https://www.facebook.com/LePentoleDellaSalute



Oggi: Franco conta su di te

Franco Cicerchia ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Ministro della Salute: STOP pellicole antiaderenti E CHIAREZZA sui materiali per la cucina". Unisciti con Franco ed 751 sostenitori più oggi.