Restituiamo il servizio di pulizia nelle scuole ai Collaboratori Scolastici

0 hanno firmato. Arriviamo a 100.


Da diversi anni, il Ministero della Pubblica Istruzione ha intrapreso la scelta di esternalizzare il servizio di pulizie nelle scuole italiane, affidandolo a delle Ditte, previa indizione di una gara nazionale d'appalto (CONSIP).

Tale scelta del Ministero della Pubblica Istruzione, accompagnata annualmente dalla decurtazione degli organici dei collaboratori scolastici (pari al 25%), oltre a creare notevoli difficoltà organizzative (connesse a: apertura e vigilanza delle Scuole, sostituzione del personale assente, supporto agli alunni disabili, supporto agli alunni della scuola dell'infanzia, etc), risulta essere illogica e irragionevole in quanto lo Stato Italiano non risparmia un euro: difatti, l'appalto in discorso è aggiudicato alle Ditte a invarianza di costo (cioè a dire: a fronte di un risparmio di 1 euro conseguente al taglio degli organici, lo Stato Italiano pone sul piatto della bilancia 1 euro per l'appalto CONSIP).

A parere di chi scrive, questo Appalto non deve essere rinnovato.

Il Ministero della Pubblica Istruzione deve tornare indietro sui propri passi e restituire il servizio di pulizie nelle scuole ai collaboratori scolastici, i quali, come già detto, sono utili alle istituzioni scolastiche anche per il funzionamento delle stesse.

Se siete d'accordo su quanto avete letto, Vi invito gentilmente a sottoscrivere questa petizione. Grazie



Oggi: Valerio conta su di te

Valerio Mecatti ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Ministro della Pubblica Istruzione - Signora Valeria Fedeli: Restituiamo il servizio di pulizia nelle scuole ai Collaboratori Scolastici". Unisciti con Valerio ed 85 sostenitori più oggi.