NO ALL'ACCORPAMENTO DELLE CLASSI SCOLASTICHE

NO ALL'ACCORPAMENTO DELLE CLASSI SCOLASTICHE

0 hanno firmato. Arriviamo a 100.
Più firme aiuteranno questa petizione ad essere inclusa tra le petizioni raccomandate. Aiuta a portare questa petizione a 100 firme!
Gianluca Prisciandaro ha lanciato questa petizione e l'ha diretta a Ministro della Pubblica Istruzione

Sono il papà di un bambino di 7 anni e quest'estate parlando con mio figlio ho scoperto e messo a fuoco un problema che riguarda tutti noi genitori e su cui da anni nessuno fa nulla, tra circolari poco chiare e lotte tra sindacati degli insegnanti e Dirigenti Scolastici, di cui gli unici a fare le spese allo stato sono soltanto i nostri figli.

Sapete che quando  si assenta una maestra o più maestre il Dirigente Scolastico può accorpare più classi diverse (ad esempio una prima elementare con una quinta), o addirittura smistare i bambini di una stessa classe in altre classi (mandandone ad esempio due in una classe e due in un'altra), senza nominare fin da subito un supplente?

Ebbene questo accade nella nostra Scuola Pubblica e nonostante i Dirigenti Scolastici non abbiano alcun limite per la nomina dei supplenti (e la voce supplenti venga conteggiata dal MIUR come voce a parte per ogni istituto con ulteriori stanziamenti).

E' chiaro che quando ci sono questi accorpamenti o smistamenti, con bambini di età diversa in una sola classe, non è possibile per l'insegnante svolgere alcuna attività didattica e i bambini (soprattutto i più piccoli) hanno una maggiore probabilità di farsi male, sia perchè sono influenzabili dai più grandi (che potrebbero spingerli incosapevolmente a fare attività per loro pericolose), sia perchè per spirito di imitazione potrebbero semplicemente ripetere giochi pericolosi. In ogni caso quella giornata si trasforma in una giornata di scuola completamente persa.

Io chiedo che la pratica dell'accorpamento venga regolata da una precisa e circostanziata Legge dello Stato (ad oggi esiste solo una circolare del MIUR, Circolare Miur 2116 del 30/09/2015, spesso disapplicata e male interpretata dai Dirigenti Scolastici) e seppure non del tutto vietata (immagino che se un'insegnante comunichi soltanto la mattina stessa un suo improvviso impedimento non ci sia altra soluzione in determinati casi se non quello di rimandare a casa i bambini, perchè non c'è il tempo materiale per far venire un supplente) venga però limitata a una casistica ben determinata (ad esempio possibile solo per il primo giorno di assenza della docente e se l'assenza è stata comunicata il giorno stesso), con dei limiti di età ben precisi tra i bambini (ad esempio divieto di accorpamento tra classi non contigue e con bambini di età troppo diversa).

Altro divieto deve necessariamente riguardare le insegnanti di sostegno che non possono essere distratte dal loro compito precipuo (e cioè dal disabile o dai disabili al cui sostegno sono affidate) per fare da tappabuchi negli Istituti, quando ci sono maestre assenti e non si è provveduto con tempestività a nominare un supplente: per loro il divieto di stare da sole in classi senza l'insegnante principale deve essere assoluto. 

 

0 hanno firmato. Arriviamo a 100.
Più firme aiuteranno questa petizione ad essere inclusa tra le petizioni raccomandate. Aiuta a portare questa petizione a 100 firme!