ABROGAZIONE DEL REGIO DECRETO n. 1592/1933. DOPPIA FREQUENZA AI CORSI UNIVERSITARI E AFAM

0 hanno firmato. Arriviamo a 500.


DECRETO REGIO n. 1592/1933 Capo I

"Art. 142 - Nelle Università e negl'Istituti superiori si può ottenere l'iscrizione solo in qualità di studenti. Salvo il disposto dell'art. 39, lettera c), è vietata l'iscrizione contemporanea a diverse Università e a diversi Istituti di istruzione superiore, a diverse Facoltà o Scuole della stessa Università o dello stesso Istituto e a diversi corsi di laurea o di diploma della stessa Facoltà o Scuola".

Con questa raccolta firme, il sottoscritto Luciano Conoscitore, docente di pianoforte, intende sensibilizzare l’opinione pubblica in merito al DIVIETO DI FREQUANTARE, IN ITALIA, DUE CORSI UNIVERSITARI o AFAM.

Da alcune ricerche nel Web, si può riscontrare che già nel 2013 un gruppo di studenti aveva investito della problematica l’ex Ministro Profumo ed il Ministro Carrozza, ricevendo risposte non favorevoli.

Ma c’è da evidenziare un aspetto curioso e forse di disuguaglianza che ha modificato quanto contenuto nel PROCESSO DI BOLOGNA (1999): nell’anno 2010 con la Legge n. 240 (art. 29 comma 21), i legislatori hanno consentito di poter essere iscritti contemporaneamente a corsi di studio universitari e a corsi di studi presso i conservatori di musica, seppur uno dei due a tempo parziale, per un totale di 90 CFU. Infatti in Italia ci sono tanti studenti laureati sia all'Università sia al Conservatorio, ottenendo così la possibilità di inserirsi nel mondo del lavoro su "due versanti".

"In conformità al sistema europeo, il D.M. n. 270/2004 attribuisce ad ogni anno di studio a tempo pieno il valore convenzionale di 60 crediti. Inoltre, attribuisce a ciascun credito il valore assoluto di 25 ore di impegno dello studente, per un totale di 1500 ore annue; analogamente, il valore assoluto di un credito negli altri sistemi europei oscilla fra 25 e 30 ore. ECTS prevede anche che i valori numerici in crediti attribuiti alle singole attività formative siano accompagnati da descrizioni delle conoscenze ed abilitàda acquisire nei tempi di apprendimento indicati. In quanto sistema di accumulazione, il sistema di crediti italiano richiede l'accumulazione di 180 crediti per il conseguimento della Laurea e di 120 crediti per il conseguimento della Laurea magistrale, secondo le indicazioni dei Regolamenti Didattici dei Corsi di studio. Analogo approccio è stato adottato per le istituzioni dell'Alta Formazione Artistica e Musicale (AFAM) con la Legge 21 Dicembre 1999, n. 508 ed il D.P.R. 8 luglio 2005, n. 212 (http://www.processodibologna.it/wp-content/uploads/2014/03/ECTS-2015.pdf

Orbene, si è ottenuta una deroga a quanto su detto con la Legge n. 240/2010.

Nello specifico, preme sottolineare altresì, che moltissimi ragazzi frequentano doppi Corsi Pre-Accademici AFAM: ad esempio sono iscritti alla classe di Percussione e Pianoforte, oppure Violino e Chitarra. Ma, nel momento di iscriversi al Triennio Accademico, vedono negarsi il diritto allo studio di due strumenti musicali per la validità del Decreto Regio in questione !!!

Con questa petizione proviamo a cambiare il “Sistema di Istruzione”, consentendo ai ragazzi di poter conseguire la doppia laurea.

Prof. Luciano Conoscitore



Oggi: Luciano conta su di te

Luciano Conoscitore ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Ministro della Pubblica Istruzione, Al Dirigente del Sistema Educativo e di Istruzione, On. Michele Nitti VII Commissione ABROGAZIONE DEL REGIO DECRETO n. 1592/1933. DOPPIA FREQUENZA AI CORSI UNIVERSITARI ED AFAM". Unisciti con Luciano ed 205 sostenitori più oggi.