Salviamo la Riserva di Monte Mario dalla cementificazione del parco di Via Teulada

0 hanno firmato. Arriviamo a 1.000.


Nel cosiddetto parco di Via Teulada sono iniziate le operazioni di carotaggio del terreno. Sono vere e proprie prospezioni geologiche che hanno come obiettivo quello di valutare la consistenza del sottosuolo al fine di creare le fondamenta per le future strutture in cemento che serviranno ad ampliare il già inguardabile tribunale di Piazzale Clodio compreso nella cosiddetta cittadella della giustizia.

Giustizia? Ma cosa c’è di più ingiusto che sottrarre area verde a un parco naturalistico qual è la Riserva Naturale di Monte Mario? E cosa c’è di più ingiusto del non dare voce ai Cittadini dell’area che vorrebbero meno cemento e più natura in un mondo che tutti desideriamo sempre più green e sostenibile?

Gli Amici di Via Plava, da anni impegnati nella riqualificazione e la valorizzazione del Quartiere Della Vittoria di Roma, sono da sempre convinti che:  le decisioni sui territori non possano più essere prese ignorando le istanze di quella popolazione che vive ogni giorno gli spazi urbani oggetto di potenziale stravolgimento urbanistico; che i Cittadini siano risorse utili alle Istituzioni e alla politica locale e nazionale al fine di individuare soluzioni praticabili e vantaggiose per la collettività perché incentrate sull’obiettivo di un futuro sostenibile degli spazi pubblici bene comune.

Per queste ragioni, e tenendo conto che nel maggio del 2019 è stato siglato un protocollo d’intesa tra il Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, la Sindaca di Roma Virginia Raggi e il Ministro della Giustizia Alfonso Bonafede, facciamo appello agli stessi e a tutti i Cittadini di Roma affinché il progetto di cementificazione del cosiddetto parco di Via Teulada venga fermato e l’area verde diventi, finalmente, parte integrante e inviolabile della Riserva Naturalistica di Monte Mario.