Oltre la didattica dell’emergenza. Ritorniamo presto a scuola

Oltre la didattica dell’emergenza. Ritorniamo presto a scuola

0 hanno firmato. Arriviamo a 500.

MariaSerena Peterlin
MariaSerena Peterlin ha firmato questa petizione

La didattica dell'emergenza (didattica a distanza) è inefficiente e inefficace, non è inclusiva e non può essere la soluzione, se non nel brevissimo periodo, alla sospensione delle attività didattiche per i rischi di contagio da Coronavirus.

L'inadeguatezza delle scuola ad accogliere in sicurezza gli studenti e il personale e che impedisce una riapertura a settembre in condizioni di normalità è dovuta ai tagli all'istruzione negli ultimi anni che hanno impoverimento anche l'edilizia scolastica, ridotto il numero di insegnanti e creato le "classi-pollaio" che ben conosciamo.

Un approccio serio all'emergenza educativa impone interventi in due tempi:

Nell'immediato: ricavare nuovi spazi da adibire ad attività didattica in strutture esistenti, anche costruendo "scuole da campo" con l'aiuto delle Forze Armate, della Protezione Civile, del volontariato, di privati, che come si sono mobilitati per l'emergenza sanitaria si possono mobilitate, ora che quella sanitaria è contenuta, per affrontare quella educativa.

Nel breve e medio periodo: avviare un corposo piano di edilizia scolastica. Con le moderne tecnologie delle costruzioni si possono attivare nuove scuole già in 4 - 6 mesi, in un anno potremo avere anche 20.000 aule "vere" in più. Investimenti in questo settore darebbero certamente anche un significativo impulso all'economia.

Le chiediamo, quindi, Signora Ministra di impegnare il suo Ministero e l'intero Governo ad avviare fin da subito un ambizioso progetto di rinnovo e di ampliamento dell'edilizia scolastica e di identificare soluzioni logistiche anche provvisorie per poter consentire a studenti, studentesse e personale il ritorno a scuola quanto prima e in condizioni di sicurezza .

Le ricordiamo ancora, che continuando a lungo con la  didattica a distanza, per la sua limitata efficienza ed efficacia, si può creare una vera e propria emergenza educativa