Le scuole dell'Aspromonte non devono chiudere

0 hanno firmato. Arriviamo a 200.


Non chiudete le scuole in Aspromonte: APPELLATEVI, MOBILITATEVI, RESISTETE
a Roccaforte del Greco, uno dei pochi baluardi, insieme a Bova, Staiti, della Grecià calabrese, hanno chiuso la pluriclasse che permetteva a cinquanta ragazzini di andare a scuola e di restare e crescere in Aspromonte. Cinquanta figli di Mana Ji (Perché la Calabria quando è stata grande era Mana Jì, la madre terra, da Bova a Bianco contava ebrei, armeni, curdi, arabi, albanesi. La grecìa della parlata teneva tutti insieme) che saranno giornalmente deportati davanti allo Jonio, e che inevitabilmente si trascineranno dietro le famiglie, per un nuovo distacco che sarà definitivo. Fare cinquanta chilometri di tornanti montani, ogni giorno, si capisce che non sarà un'impresa di lunga durata. Ci sarà una resistenza breve e una resa, l'ennesima per i greci calabri. Un popolo lo si ammazza in molti modi, e gli aspromontani li hanno assaggiati tutti. Ci allontanano, ci disperdono e uccidono una cultura millenaria. Se resistere e combattere ha un senso, pretendere il mantenimento della scuola a Roccaforte, dovrebbe essere una di quelle cause nobili per cui è necessario battersi. E se uno volesse fare retorica ci sono migliaia di prebende a enti e persone inutili che potrebbero essere stornate a favore della scuola. Ma anche se non ci fosse un solo spreco, bisognerebbe spendere qualsiasi cifra perché gli aspromontanini continuino ad avere una scuola in montagna. Uno Stato padre non dovrebbe avere bisogno di appelli o stimoli per fare quello che è giusto. Ma la giustizia non frequenta rilievi troppo alti, non ama passeggiare sopra le nuvole. E ve l'ho già detto, cari sudici, che il destino non esiste, che tutto dipende dalle azioni responsabili. E in fondo gridare che la scuola di Roccaforte non deve chiudere non è neppure una grande impresa. Possiamo fare un favore grande a noi con un impegno esiguo. Resistere non può essere solo opposizione, è combattere.



Oggi: Massimo conta su di te

Massimo Mastruzzo ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Ministro dell'istruzione: Le scuole dell'Aspromonte non devono chiudere". Unisciti con Massimo ed 105 sostenitori più oggi.