“Se tagli il sostegno crolla la scuola”

Abbiamo assistito in questi ultimi anni ad un taglio scandaloso di fondi alla famiglia ed all’assistenza sociale, in particolare sono stati fatti tagli agli insegnanti di sostegno nella scuola pubblica, tagli che spesso provocano profondi disagi a centinaia di migliaia di famiglie con figli diversamente abili, che vedono ridotte le ore di affiancamento nei confronti dei propri figli.

E’ sotto gli occhi di tutti come i costi della politica hanno raggiunto livelli inammaginabili e scandalosi, lo Stato taglia su servizi essenziali al cittadino ed alla famiglia come l’istruzione e la formazione e va a colpire i soggetti che più necessitano di supporto allo studio.

La situazione del sostegno in Italia, a differenza degli anni 90’ quando il nostro Paese era considerato all'avanguardia, è in caduta libera e invece dell’integrazione e dell’inserimento scolastico, rischiamo di fare solo assistenza.

Con questa nostra petizione pubblica siamo a chiedere a tutti voi una forte risposta nei confronti del Governo Italiano e del Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca Dott.ssa Maria Chiara Carrozza per lo stanziamento dei fondi necessari alla copertura delle ore di sostegno per questi bambini e ragazzi che hanno pieno diritto ad un percorso scolastico continuativo e costante.

Con i tagli alla scuola ed alla formazione si taglia il futuro del paese.

Puntiamo a raggiungere 500.000 firme entro la fine di settembre 2013.

Grazie a tutti per il vostro sostegno.

Letter to
Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca Ministro dell'Istruzione Dott.ssa Maria Chiara Carrozza
“Se tagli il sostegno crolla la scuola”

Abbiamo assistito in questi ultimi anni ad un taglio scandaloso di fondi alla famiglia ed all’assistenza sociale, in particolare sono stati fatti tagli agli insegnanti di sostegno nella scuola pubblica, tagli che spesso provocano profondi disagi a centinaia di migliaia di famiglie con figli diversamente abili, che vedono ridotte le ore di affiancamento nei confronti dei propri figli.

E’ sotto gli occhi di tutti come i costi della politica hanno raggiunto livelli inammaginabili e scandalosi, lo Stato taglia su servizi essenziali al cittadino ed alla famiglia come l’istruzione e la formazione e va a colpire i soggetti che più necessitano di supporto allo studio.

La situazione del sostegno in Italia, a differenza degli anni 90’ quando il nostro Paese era considerato all'avanguardia, è in caduta libera e invece dell’integrazione e dell’inserimento scolastico, rischiamo di fare solo assistenza.

Con questa nostra petizione pubblica siamo a chiedere a tutti voi una forte risposta nei confronti del Governo Italiano e del Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca Dott.ssa Maria Chiara Carrozza per lo stanziamento dei fondi necessari alla copertura delle ore di sostegno per questi bambini e ragazzi che hanno pieno diritto ad un percorso scolastico continuativo e costante.

Con i tagli alla scuola ed alla formazione si taglia il futuro del paese.

Puntiamo a raggiungere 500.000 firme entro la fine di settembre 2013.

Grazie a tutti per il vostro sostegno.