Una maestra sottoposta a procedimenti penali non deve poter insegnare

0 hanno firmato. Arriviamo a 1.500.

Catia Cellucci
Catia Cellucci ha firmato questa petizione




Una bambina di 16 mesi, Lavinia Montebove, è stata investita nel parcheggio dell'asilo nido dall'autovettura di una ragazza. Era il 7 agosto 2018. Da allora Lavinia è in stato vegetativo e vive a Velletri coi suoi genitori e il fratellino. Una vita stravolta per tutta la famiglia, fatta di cure costanti, medici e infermieri sempre in casa, terapisti ogni giorno e di macchine necessarie alla sopravvivenza. Una bambina sana che è stata lasciata da sola nel parcheggio dell'asilo, dalla maestra Francesca Rocca, indagata per abbandono di minore e per aver determinato le condizioni dell'investimento. È possibile che la maestra continui ad insegnare? Alla maestra Francesca Rocca deve essere precluso l'insegnamento? In tal senso è stata presentata anche una interrogazione parlamentare dalla senatrice Caterina Bini. Chiunque accede all'insegnamento, sia per i posti di ruoli che nelle supplenze, dovrebbe poterlo fare solo in assenza di procedimenti penali inerenti a reati, dolosi e colposi, connessi all'esercizio della professione di insegnante. A prescindere se tali reati sono stati commessi come pubblico impiegato o come insegnante privata. Firma anche tu perché nessun altro bambino o bambina possa rischiare di finire come Lavinia.