cambiamo l'esame di stato prima che sia troppo tardi!

0 hanno firmato. Arriviamo a 2.500.


È uno scandalo che a dicembre 2018 i ragazzi che si apprestano a fare la maturità a giugno/luglio del 2019 non sappiamo ancora nulla di preciso riguardante il loro futuro esame! Il 26/11/18 è stato annunciato parzialmente come si svolgeranno le prove scritte seppur in modo poco chiaro e incompleto. I ragazzi del liceo linguistico inoltre sono stati informati che la seconda prova sarà costituita da: o una delle 3 lingue di indirizzo o da due decise dal ministero, aumentando dunque le difficoltà da parte degli insegnati di preparare adeguatamente i ragazzi. Inoltre è stato annunciato che per le prime 2 lingue d’indirizzo sarà richiesto un livello B2 (secondo i canoni internazionali ed europei) mentre per la terza lingua il livello richiesto sarà più basso (B1). I ragazzi si trovano inoltre in grande difficoltà in quanto negli anni precedenti era stato chiesto di dichiarare quale fosse la seconda e la terza lingua di indirizzo. Dato che fino ad ora le materie di indirizzo venivano estratte a sorte, all’esame non c’era differenza ed i ragazzi non avevano alcun criterio di scelta se non la lingua che più gli piaceva studiare. Ad oggi però ci siamo trovati con un livello differente che mette a repentaglio il nostro esito finale senza possibilità di cambiare nulla, dato che entro il 30/11/18 dovremo consegnare al ministero l’iscrizione all’esame di maturità.
La richiesta è dunque di riconsiderare i livelli minimi di conoscenza della seconda e terza lingua parificando ad un livello B1 sia la seconda che la terza lingua e di avere la possibilità di modificare la scelta riguardante la seconda e la terza lingua dichiarate alla luce dei criteri dell’esame in vigore fino ad oggi.