Agenti "silenti" di commercio e vergogna Enasarco. Diritto di pensione o recupero del vers

Agenti "silenti" di commercio e vergogna Enasarco. Diritto di pensione o recupero del vers

0 hanno firmato. Arriviamo a 100.
Più firme aiuteranno questa petizione ad essere inclusa tra le petizioni raccomandate. Aiuta a portare questa petizione a 100 firme!
Walter Bruno ha lanciato questa petizione e l'ha diretta a ministro del lavoro

Ad oggi i cosiddetti Agenti di commercio " silenti" circa 400000 ( quattrocentomila) che hanno maturato anche un solo mese meno del periodo minimo per acquisire il diritto alla pensione Enasarco minima, si vedono questo diritto negato. Il problema riguarda tutti quelli che fino al 2012 avevano versato molti contributi, poi causa crisi e limiti di età hanno perso i mandati. Trascorsi due anni dalla cessazione del mandato, Enasarco non offre più la possibilità di fare versamenti volontari per raggiungere i contributi che danno diritto alla prestazione pensionistica minima ,sequestrando di fatto i soldi degli agenti che a volte per interi decenni hanno versato nel fondo pensionistico. È una VERGOGNA SENZA PRECEDENTI E NON DEGNA DI UN PAESE CIVILE, i soldi versati devono poter offrire tre soluzioni

1) offrire una pensione su base proporzionale agli anni versati , come già si fa dopo il 2012 con un accordo raggiunto  tra ass.ni di categoria e ente Enasarco, chi ha versato in precedenza a tale data ad oggi ha perso ogni diritto e perso definitivamente i suoi soldi. Sono centinaia di migliaia di persone che oggi hanno bisogno del vostro sostegno.

2) restituire i soldi versati che non possono finire in un buco nero , senza nemmeno capire a che titolo. Se non erogate la prestazione dovete rendere i soldi versati

3) farli confluire nella posizione pensionistica Inps con un accordo tra enti pensionistici.

 

0 hanno firmato. Arriviamo a 100.
Più firme aiuteranno questa petizione ad essere inclusa tra le petizioni raccomandate. Aiuta a portare questa petizione a 100 firme!