PETIZIONE CHIUSA

Si alla lotta alla droga nelle scuole . No alla criminalizzazione degli studenti.

Questa petizione aveva 212 sostenitori


Il suicidio di un ragazzo di 15 anni di Lavagna, sorpreso dalla Guardia di Finanza,  durante un controllo all’uscita da scuola, in possesso di una limitata quantità di hascish ci lascia sgomenti .

 Aldilà del dibattito nel nostro Paese e delle nostre opinioni sul tema delle droghe leggere, noi siamo contrari alla presenza di ogni sostanza stupefacente nelle Scuole.

Chiediamo che ci sia un forte impegno per eliminare il fenomeno attraverso un lavoro investigativo delle Forze dell’Ordine coordinato con i Presidi delle Scuole e le Procure minorili, attuato con la necessaria discrezione utile sia a scoprire i livelli più alti dello spaccio sia a tutelare la presenza di minori che- se coinvolti- non devono essere trattati come criminali ed esposti alla pubblica gogna. Di fatto questo succede con i controlli realizzati con le modalità utilizzate a Lavagna che non è un caso isolato ma frutto di precise disposizioni.

Chiediamo che si sospendano i controlli realizzati con quelle modalità, sia dentro sia fuori le Scuole, quasi sempre richiesti dai Presidi, controlli effettuati da personale delle forze dell’ordine della cui sensibilità nessuno di noi dubita, ma non in possesso delle necessarie competenze nel rapporto con i minori.

Chiediamo che le azioni volte al contrasto della presenza delle droga nelle scuole vengano condotte da personale specializzato nel rapporto con i minori . I ragazzi devono essere coinvolti e responsabilizzati. Non spaventati .



Oggi: livio conta su di te

livio ditullio ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Ministro degli Interni On.Minniti Ministro dell'Istruzione On.Fedeli: Si alla lotta alla droga nelle scuole . No alla criminalizzazione degli studenti.". Unisciti con livio ed 211 sostenitori più oggi.