infermiere vuole la morte di una persona in base alla "regione" di nascita. Licenziamolo!

0 hanno firmato. Arriviamo a 500.


Alessio Federico, un "infermiere" del nord scrive:"Dico solo che tra un nonno milanese di 100 anni e un bambino napoletano di sei, io rianimerò sempre il nonno milanese". Cioè, la nostra vita è nelle mani di un "professionista", abilitato ed iscritto ad un albo ( tra i più sensibili ), si prende la libertà di pubblicare un post su di un social network che "sceglierebbe" chi rianimare in base alla città di "appartenenza"?? Com'è possibile che nel 2018 solo nel ns paese questa "bestia" non è radiato da qualsiasi albo professionale e licenziato? Dimostriamo una volta tanto di essere ancora in un paese unito e civile e comminiamo una pena severa. Se quest' evento sarà solo un "triste" ricordo senza alcuna azione da parte di chi vigila e controlla questo "professionista" allora l' Italia è finita! Firmate la petizione per radiarlo e licenziarlo!



Oggi: Fabio conta su di te

Fabio de Concilio ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Ministero Salute: infermiere vuole la morte di una persona in base alla "regione" di nascita. Licenziamolo!". Unisciti con Fabio ed 202 sostenitori più oggi.