Vittoria confermata

SOMMINISTRAZIONE GRATUITA DEL FARMACO NIVOLUMAB PER I MALATI DI CARCINOMA RENALE

Questa petizione ha creato un cambiamento con 1.433 sostenitori!


Si chiede di garantire ai malati di CARCINOMA RENALE AVANZATO l'art. 32 della Costituzione  "il diritto alla salute".

Ogni giorno, nel nostro Paese centinaia di persone ricevono la diagnosi infausta, tante ne muoiono vedendosi, allo stato,  negare l'accesso al farmaco Nivolumab, che ha dimostrato un importante beneficio di sopravvivenza globale rispetto agli altri farmaci anti angio genetici.

La Commissione Europea  (EMA) ha approvato Nivolumab in monoterapia per una nuova indicazione in pazienti adulti con carcinoma a cellule renali avanzato precedentemente trattati.

Nivolumab è il primo e unico inibitore di checkpoint immunitario PD-1 approvato in Europa ad aver dimostrato un beneficio di sopravvivenza globale (OS) rispetto allo standard di cura in questa popolazione di pazienti.

È tempo che chi ne ha rimandato l'approvazione, si adoperi per garantirne fin da ora l'immediata somministrabilità tramite il S.S.N.

È disumano e privo di senso civile costringere il cittadino a rifornirsi del predetto farmaco, venduto in farmacie di Stati confinanti a prezzi esorbitanti, sopportando la spesa di OLTRE  € 5000,00 AD INFUSIONE PER UNA SPESA MENSILE DI € 10.000,00   , oltre ai costi da corrispondere alle cliniche private per l'infusione.

Il nostro Paese si basa sui principi di solidarietà e democrazia e tutela la salute come diritto di tutti e non solo dei più ricchi.

Che la coscienza di chi ha il potere di adoperarsi per l'approvazione del farmaco si illumini e metta in campo tutte le strategie per dare speranza ai malati e alle loro famiglie con l'accesso gratuito al Nivolumab secondo le indicazioni dell'EMA.

 

 



Oggi: Maurizio conta su di te

Maurizio Maniscalco ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "MINISTERO SALUTE, AIFA: APPROVAZIONE URGENTE DEL NIVOLUMAB PER IL CARCINOMA RENALE". Unisciti con Maurizio ed 1.432 sostenitori più oggi.