Revisione dei decreti Ristori a beneficio delle aziende escluse.

Revisione dei decreti Ristori a beneficio delle aziende escluse.

0 hanno firmato. Arriviamo a 200.
Più firme aiuteranno questa petizione a destare l'interesse dei media locali. Aiuta a portare questa petizione a 200 firme!
Federico Miolla ha lanciato questa petizione e l'ha diretta a Mario Draghi (Presidente del Consiglio dei Ministri) e a

In occasione dei vari decreti Ristori migliaia di aziende, in particolare nuove aperture, sono rimaste escluse e sono prossime alla chiusura a causa dei requisiti necessari per averne diritto, ad esempio ne è esclusa una azienda che aveva partita IVA aperta nel 2018 ma attività avviata nel 2019 quindi senza fatturato comparabile ma con partita IVA aperta prima di Gennaio 2019 e quindi non considerata nuova apertura. 

Alla luce di quanto esposto i firmatari chiedono la revisione dei decreti Ristori a beneficio delle aziende escluse, chiedono che la platea degli aventi diritto venga individuata tramite la SCIA ossia il documento che attesta l'effettivo inizio dell'attività, invitano il governo a reperire i fondi eventualmente necessari attingendo a quelli recuperati dai cosiddetti furbetti dei Ristori

0 hanno firmato. Arriviamo a 200.
Più firme aiuteranno questa petizione a destare l'interesse dei media locali. Aiuta a portare questa petizione a 200 firme!