NO alla chiusura della stazione ferroviaria di Feletto (TO) Canavese.

0 hanno firmato. Arriviamo a 2.500.


La soppressione della fermata ferroviaria canavesana, decisa da Gtt senza alcun confronto per ovviare ad una mancanza di GTT stessa, ovvero l'adeguamento della ferrovia agli stand di sicurezza obbligatori, è dovuta al fatto che, in mancanza del sistema di controllo marcia treno, GTT avrebbe dovuto predisporre sistemi di sicurezza alternativi. Nel marzo 2017 ha presentato ad Ansf (Agenzia Nazionale per la Sicurezza delle Ferrovie) la domanda per il rilascio dell’autorizzazione di sicurezza, ma la valutazione ha avuto esito negativo. Lo stesso è accaduto a dicembre 2017 e le proposte presentate sono state considerate insufficienti per carenze organizzative e di formazione del personale. Il 24 giugno scorso Ansf ha comunicato a GTT che, in attesa dell’adozione di un adeguato sistema di gestione della sicurezza che tenga conto di un’approfondita analisi del rischio e di un piano di azione per l’adeguamento tecnologico e normativo della rete, non si potranno più adottare autonomamente misure alternative ma si dovranno osservare disposizioni come la riduzione della velocità a 50Km/h. Pertanto GTT ha annunciato che dal 6 al 26 agosto gli orari subiranno a causa di questa limitazione un allungamento dei tempi di percorrenza di 5 minuti in direzione Rivarolo C.se e di 3 minuti in direzione Settimo T.se. Con la ripresa dell’orario normale, tali allungamenti rischierebbero di pregiudicare la stabilità del sistema, già critico essendo la linea a binario unico, e pertanto GTT ha deciso di sopprimere dal 27 agosto la fermata di Feletto per recuperare i minuti necessari.

A comunicare le novità ai sindaci dei Comuni interessati dalla Canavesana Chieri-Settimo-Rivarolo-Pont è stata GTT nel corso di una riunione urgente convocata dall’assessore regionale ai Trasporti, Francesco Balocco, e dalla presidente della Commissione Trasporti de Consiglio, Nadia Conticelli, in seguito alla comunicazione del mancato rilascio da parte dell’Agenzia nazionale per la sicurezza ferroviaria dell’autorizzazione di sicurezza.

E' stato dichiarato che la linea sarà potenziata con lo stanziamento dei 12 milioni per l’installazione del sistema di sicurezza Scmt (Sistema di controllo della marcia del treno) e la manutenzione straordinaria degli impianti di segnalamento e dei passaggi a livello, dell’investimento da parte della Regione di 6 milioni per l’elettrificazione della tratta Rivarolo-Pont, di ulteriori 6 milioni per l’acquisto di due nuovi treni e delle risorse per la soppressione di alcuni passaggi a livello, tra i quali quello di Bosconero, evidenti segnali della volontà di un rilancio dopo mesi di disagi e sofferenze per i pendolari (fonte Quotidiano del Canavese). Quindi è davvero inconcepibile ed incoerente chiudere anche solo temporaneamente una stazione utilizzata non esclusivamente dalla semplice popolazione felettese ma che prende tutto il bacino dei comuni prossimali come Ciconio, Lusiglié, San Giorgio Canavese, Aglié, le frazioni rivarolesi di Argentera, Bonaudi, Mastri, giusto per citarne alcune, e chiediamo l'aiuto non solo dei primi paesi interessati ma di tutto il canavese che solo unito può far sentire la propria voce una volta per tutte.

Per gli studenti, i lavoratori, per tutti i fruitori del servizio ferroviario canavesano, per quelle persone che non possono muoversi se non con i mezzi pubblici, oltre ad essere un vero e proprio disagio è un sertirsi togliere un servizio di cui si è sempre avuto diritto. E' nostro dovere pagare e rispettare il servizio, ma è un nostro diritto continuare ad usufruirne!

Le stazioni ferroviarie dei comuni di Bosconero e Rivarolo Canavese ci tengo a sottolineare che non sono preparate ad atte ad ospitare tutto il bacino di utenza che effettivamente sarebbe dirottato su di loro: attualmente i parcheggi attorno alle aree ferroviarie sono già così sempre piene. Senza contare che punto primo si è parlato di servizio navetta verso Rivarolo ma non da Rivarolo a Feletto, e soprattutto non in quali fasce orarie sarebbe prevista tale sostituzione (ad oggi il sito GTT ha fornito gli orari solo fino al 26 agosto e non dal 27 agosto, data del cambiamento in peggio).

Quando anni fa è capitato alla stazione ferroviaria di Rivarolo Canavese abbiamo potuto scongiurare il peggio solo facendoci sentire uniti, insieme, il Canavese intero. Facciamolo ancora una volta e soprattutto facciamo capire una volta per tutte al Ministero delle Infrastrutture della Regione Piemonte e alla GTT che il Canavese non ci sta a farsi prendere in giro o ad essere messo in secondo piano, perché paghiamo ed esistiamo anche noi!

Grazie a tutti quelli che condivideranno lo sconforto e lo tramuteranno in forza!

 



Oggi: Sara conta su di te

Sara Lucente ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Ministero delle infrastrutture e dei trasporti: NO alla chiusura della stazione ferroviaria di Feletto (TO) Canavese.". Unisciti con Sara ed 1.601 sostenitori più oggi.