Paolo Rossaro impediamone la radiazione

0 hanno firmato. Arriviamo a 2.500.


Vogliono radiare il dott. Paolo Rossaro,  non ha dato pubblicità alla sua vicenda, ma la sua, come tante altre è una voce fuori dal coro. Non permettiamo che questo medico di campagna che cura malati di ogni genere in buona fede e con grande umiltà, che alla chemio associa anche altre cure, venga radiato. Ha rifiutato l'avvocato l'11 aprile, vi riporto le parole di Marcello Pamio: "La commissione dell’ordine, snocciolando commi, articoli e codici, deciderà se i 40 anni di Ars Medicandi di Paolo Rossaro potranno continuare o finire all’istante.
Questi medici dall’alto del loro piedistallo e nascondendosi dietro le solite “efficaci cure disponibili” non vogliono minimamente vedere la verità. Non vogliono aprire il cuore e gli occhi alla Vita, perché se lo facessero dovrebbero accettare la realtà: oggi si muore di cancro più di prima. Dovrebbero anche accettare che i loro protocolli - imposti dalle case farmaceutiche - non riducono la mortalità, anzi.
Nonostante le belle e confortanti parole degli esperti e le irrealistiche statistiche di sopravvivenza (nel linfoma secondo loro oltre il 90% guarisce!) le persone continuano a morire come le mosche.
E se un medico - che vede da mattina a sera la fine che fanno le persone col cancro - non conferma questa verità mente sapendo di mentire.
Quindi avete il potete politico di impedire al dottor Paolo Rossaro di professare la sua Ars Medica, ma non potrete mai e poi mai cancellare la sua laurea in Medicina, la sua pluridecennale esperienza, il suo grande cuore nei confronti di tutti, e soprattutto l’immenso amore che le persone gli manifestano ogni santo giorno.
Se sarà radiato il dottor Paolo Rossaro sarà sempre “il Medico della gente per la gente” e il suo seguito aumenterà a dismisura.
Meglio avere una spina nel fianco dentro o fuori l’ordine? Ai pazienti l’ardua sentenza!
Grazie Paolo, io sarò sempre al tuo fianco, come ieri ero dentro con te nella fossa delle pantegane a difendere la LIBERTA'!!!!"

VIVA LA VITA questo il suo motto.

Il dottor Rossaro potrebbe essere oggetto di un provvedimento disciplinare solo per avere seguito le volontà dei propri assistiti, rispettando in pieno gli articoli 3 e 4 del Codice deontologico. Difendiamo l'art. 32 della costituzione.
Ognuno di noi può fare qualcosa per difendere i principi fondamentali della nostra convivenza civile, quali la libertà di cura, di ricerca, di manifestazione del pensiero.

Se perde Rossaro perdiamo tutti noi.

 



Oggi: Teodora conta su di te

Teodora Economo ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "ministero della salute: Paolo Rossaro impediamone la radiazione". Unisciti con Teodora ed 2.495 sostenitori più oggi.