Stop al massacro di cani e altri animali con i LUMACHICIDI

0 hanno firmato. Arriviamo a 35.000.


La METALDEIDE è un tossico usato come fitofarmaco contro le lumache e le chiocciole.

Viene venduta usualmente in forma granulare di colore blu unitamente a co-formulanti attrattivi che le conferiscono un sapore dolciastro appetibile per molte specie animali (potenzialmente anche bambini). 
Le formulazioni sono resistenti nell’ambiente esterno con lungo il tempo di permanenza nel terreno e sui prodotti ortofrutticoli (fino a 20 giorni) che dovessero esserne contaminati.

Il potere tossico su tutti gli esseri viventi è elevatissimo.

La dose letale di metaldeide negli animali è molto bassa, compresa tra 100 e 1000 mg/kg
, considerando inoltre che viene utilizzata in ragione di 25-40 grammi per 10 mq. L’assorbimento è rapido e i sintomi neurologici (convulsioni, coma) per il rapido assorbimento compaiono entro pochi minuti.
Non essendo disponibile un ANTIDOTO la probabilità di salvezza è legata alla possibilità di effettuare una lavanda gastrica entro pochi minuti e di indurre un coma farmacologico per almeno 24 ore.

L’avvelenamento da metaldeide nel cane è quello più frequente, e con esito maggiormente infausto. Nel periodo 2005-2011 sono stati diagnosticati solo nelle regioni Lazio e Toscana mediamente 40 decessi l’anno di cani (Fonte Istituto Zooprofilattico delle Regioni Lazio e Toscana) per intossicazione accidentale determinata dal suo uso da parte dei proprietari, con una stima approssimativa di almeno 1000 decessi accidentali e non dolosi di cani l’anno mentre non sono noti i danni arrecati alla fauna selvatica (in particolare Ricci che ne sono fortemente attratti).

Le sue caratteristiche di appetibilità nelle formulazioni in commercio la rendono inoltre particolarmente adatta per il suo uso doloso in qualsiasi specie animale (uomo incluso).

Incredibilmente la metaldeide a norma del Decreto n 33 del 22 gennaio 2018 recante "Regolamento sulle misure e sui requisiti dei prodotti fitosanitari per un uso sicuro da parte degli utilizzatori non professionali” pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 88 del 16-4-2018 è inserita nell’elenco delle sostanze fitosanitarie utilizzabili da OPERATORI NON PROFESSIONALI intendendosi Operatore NON professionale individuo “non sottoposto ad obbligo di formazione e non  comunemente in possesso di un'adeguata conoscenza dei potenziali effetti dannosi per la salute e per l’ambiente connessi all'uso di tali prodotti, e neppure delle necessarie competenze per una corretta applicazione di particolari misure di protezione dell’uomo e dell’ambiente che esulino dalle consuete pratiche di igiene e pulizia”.
La metaldeide quindi può essere acquistata in regime di libera vendita, anche da soggetti minorenni, in qualsiasi negozio o store che abbia articoli per giardinaggio e anche tramite vendita on-line.

In ragione di quanto sopra chiediamo che la vendita e l’uso della metaldeide siano vietati su tutto il territorio nazionale o che, in subordine, il suo acquisto e uso siano strettamente limitati agli OPERATORI PROFESSIONALI.