AUTORIZZARE ANTICORPI MONOCLONALI CONTRO IL COVID IN ITALIA

AUTORIZZARE ANTICORPI MONOCLONALI CONTRO IL COVID IN ITALIA

0 hanno firmato. Arriviamo a 500.
Più firme aiuteranno questa petizione a ottenere una risposta da parte del decisore. Aiuta a portare questa petizione a 500 firme!
EMANUELE D'ANDRIA ha lanciato questa petizione e l'ha diretta a ministero della sanita'

Gli anticorpi monoclonali sono già utilizzati, a scopo terapeutico, in molti paesi al mondo ed anche in molti paesi europei, per curare i pazienti affetti dal Covid, salvando molte vite umane.

In Italia il Covid sta provocando circa 500 decessi al giorno, guadagnandosi il triste primato di paese con più morti al mondo, in relazione alla popolazione.

L'Italia ha una industria farmaceutica che produce ed esporta anticorpi monoclonali, ma non è consentito usarli nel nostro paese in quanto si aspettano gli studi che dovranno essere fatti da sperimentatori individuati dall'AIFA (Agenzia Italiana del Farmaco) il cui processo di selezione non è ancora cominciato ed i cui risultati non arriveranno prima dell'inizio del 2022.

L’Agenzia del Farmaco (AIFA), che dal Ministero dipende, non ha autorizzato la sperimentazione, neppure quando le fiale erano state offerte gratuitamente a questo scopo, su iniziativa del virologo Guido Silvestri della Emory University di Atlanta, che da allora non si da pace. Da Atlanta chiede che si faccia chiarezza su chi, a Roma, ha la responsabilità del ritardo nell’accesso alla terapia e delle vite che potevano salvare. Eccesso di prudenza e burocrazia, inconfessabili conflitti di interesse in capo ai decisori pubblici, non s’è mai capito. Fatto sta che allo sconcerto di pochi è poi seguita la rabbia di molti.  

Allo “studio” si è affacciato il San Martino di Genova di cui Matteo Bassetti è il direttore delle malattie infettive. “Quando ho letto il bando mi sono cadute le braccia. Non ha alcun senso proporre ora un protocollo di studio su farmaci la cui efficacia è dimostrata da dati validati di Fase III, già utilizzati come terapia da altri Paesi come la Germania. Con 500 morti al giorno noi che facciamo? Aspettiamo i risultati dello studio che potrebbe – stando al protocollo AIFA – durare fino a 12 mesi?”.“Poichè i vaccini ritardano, sale la domanda globale di anticorpi – avverte Aldo Braca, titolare della Bsp Pharmaceuticals di Latina –. Ho ancora capacità produttiva ma dopo Trump l’amministrazione Biden ha subito opzionato altri due milioni di dosi. Ora anche la Germania ne ha opzionato un quantitativo elevato, ma se non ci muoviamo, presto l’intera produzione sarà opzionata”.

Ed i soggetti più anziani e più fragili andranno ad alimentare questa triste schiera di decessi.

0 hanno firmato. Arriviamo a 500.
Più firme aiuteranno questa petizione a ottenere una risposta da parte del decisore. Aiuta a portare questa petizione a 500 firme!