Aiutateci ad adottare la bambina a noi abbinata prima che sia troppo tardi

0 hanno firmato. Arriviamo a 1.500.


Stiamo aspettando, amandola con tutto il cuore, la bambina armena a noi abbinata, cittadini italiani, all'età di 11 mesi dall'autorità centrale armena, Ministero della giustizia MOJ. Dopo averla conosciuta per 8 giorni in Agosto 2019 e aver completato la prima fase del processo adottivo, poco tempo dopo tutto si è bloccato per l'insorgenza di scandali interni riguardanti le adozioni internazionali. Durante i mesi successivi la risposta del MOJ è sempre stata di rinviare la soluzione del nostro caso di adozione al termine delle investigazioni. Dopo 13 mesi grazie alla collaborazione diplomatica riuscimmo a comprendere dal comitato investigativo che il processo di adozione poteva continuare e che non interferiva con il prosseguo delle indagini. Dopo 2 mesi siamo venuti in Armenia per stare con la bambina, ormai di 26 mesi, e per seguire personalmente il percorso di adozione. Per 7 settimane, abbiamo frequentato regolarmente la piccola, che ci riconosce ormai come mamma e papà, fino a quando ci hanno posto il divieto di andare all'orfanotrofio, dopo averci concesso il permesso, e minacciando di dare la bambina in adozione nazionale.

Dopo 17 mesi che la aspettiamo, dopo averla vissuta per 7 settimane, dopo che la bambina si è affezionata a noi, fidata di noi, bisogna convincere il Ministero della Giustizia Armeno a dare la bambina in adozione a noi per completare l'iter già iniziato. Non possiamo permettere che la piccola subisca un altro abbandono, ormai ha 28 mesi.

Lo stato Armeno è sovrano ma noi ci siamo fidati alla loro politica e regole, facciamo in modo che questa situazione non condanni solo la piccola e noi. Vi prego aiutateci ad avere il nostro sole!