Chiediamo la Ciclabile Adriatica lungo le strade panoramiche e costiere del Gargano

Chiediamo la Ciclabile Adriatica lungo le strade panoramiche e costiere del Gargano

0 hanno firmato. Arriviamo a 5.000.
Le petizioni con più di 5000 firme hanno il 50% di probabilità in più di raggiungere la vittoria!
MICHELA PAGLIA ha lanciato questa petizione e l'ha diretta a Michele Emiliano (Presidente Regione Puglia)

Caro Presidente Michele Emiliano,

siamo un gruppo di cicloattivisti e cicloattiviste.

Alcuni fanno parte dei tanti che hanno lasciato la Puglia anni fa, mai con il cuore. Altri hanno aperto qui attività nei più svariati settori: dal turistico all' enogastronomico, dal legale al marketing. Altri sono nati altrove, ma si sono innamorati del Gargano e hanno scelto di venirci a vivere.

Ognuno e ognuna di noi ha una storia diversa, ma tutti e tutte abbiamo qualcosa che ci lega indissolubilmente: l’amore per questa terra e un sogno, quello di pedalare lungo le strade panoramiche e costiere del Gargano.

La notizia che la costa del Gargano non sarà più coinvolta nel progetto della Ciclabile Adriatica, un’opera che finalmente avvicinerebbe l’Italia al sistema europeo della mobilità sostenibile, ci ha scosso e rattristato. Non si può non pensare alla mobilità lenta nel Parco Nazionale.

Prima che i cicloviaggiatori e le cicloviaggiatrici del nostro Paese, in numero sempre crescente, per un segmento economico in via di espansione, scoprissero il piacere della mobilità dolce, il Gargano fuori stagione è stato meta per lunghi anni di gruppi organizzati provenienti dal Nord Europa, nonostante le mille difficoltà per l’assenza di segnaletica tecnica dedicata e sicurezza stradale.
Esistono strade che ancora oggi aspettano di essere ammodernate e adeguate, per accogliere le diverse forme di mobilità e che non possono più, anche alla luce dell’emergenza ambientale e del climate change, essere considerate solo proprietà degli automobilisti.

La scelta di bypassare il Gargano, per il solo fatto che non tenga conto delle proposte relative alla mobilità nelle previsioni dello scenario strategico del Piano Paesaggistico Territoriale Regionale Puglia, è inconcepibile. Ignora le proposte contenute nel Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale, dal quale fu commissionato un piano di fattibilità adottato dalla Provincia di Foggia nel 2009, deludendo pertanto le aspettative delle comunità costiere. Nel tratto delle lagune il PPCT Foggia prevedeva la Ciclabile dei Laghi di Lesina e Varano, di cui la Ciclovia Adriatica sarebbe il naturale prolungamento.

Questa petizione non è CONTRO, ma PER.

PER realizzare un sogno per tanto tempo sperato e poterlo condividere con tutti gli amanti della bici e della natura, i quali non vedono l’ora di immergersi nelle meraviglie del nostro territorio.

REALIZZIAMO LA CICLABILE ADRIATICA LUNGO LE STRADE PANORAMICHE E COSTIERE DEL GARGANO

 

Dear President Michele Emiliano,

we are a group of cyclo-activists.
Some of us left Puglia many years ago, never with our hearts. Others have opened businesses here in a wide variety of sectors. Others were born elsewhere, but fell in love with the Gargano and chose to come and live here.
We have different histories, but each and every one of us has something that binds us indissolubly: the love for this land and a dream, that of pedaling along the panoramic and coast roads of the Gargano.
The news that the Gargano coast is not involved in the Adriatic Bikeway project, a work that would finally bring Italy closer to the European system of sustainable mobility, made us sad. One cannot help but think about slow mobility in the National Park.

Before the increasing number of bicycle travelers in our country, for an expanding economic segment, discovered the pleasure of soft mobility, the Gargano was the destination for long years of organized groups from Northern Europe, despite the many difficulties due to the absence of dedicated technical signage and road safety.
There are roads that are still waiting to be adapted, to accommodate the different forms of mobility and that can no longer, even in light of the environmental emergency and climate change, be considered only the property of the cars.

The decision to bypass the Gargano, simply because it does not take into account the proposals regarding mobility in the forecasts of the strategic scenario of the Apulia Regional Territorial Landscape Plan, is unthinkable. It ignores the proposals contained in the Provincial Coordination Territorial Plan, from which a feasibility plan was commissioned and adopted by the Province of Foggia in 2009, thus disappointing the expectations of coastal communities. In the stretch of the lagoons, the Foggia PPCT provided for the Lesina and Varano Lakes Cycle Path, of which the Adriatic Cycle Path would be the natural extension.

This request is needed to realize a dream for a long time hoped for and to share it with all lovers of cycling and nature, who can not wait to immerse themselves in the wonders of our territory.

 

Alfredo Di Padova
Domenico Sergio Antonacci
Eleonora Vannoli
Francesco Urbano
Gianfranco Eugenio Pazienza
Giuseppe Dimunno
Luigi Barbato
Luigi De Seneen
Michela Paglia
Michele Simone
Michele Solimando
Nicola Pazienza
Pascal Barbato
Sara Giauro

0 hanno firmato. Arriviamo a 5.000.
Le petizioni con più di 5000 firme hanno il 50% di probabilità in più di raggiungere la vittoria!