MINISTRO SALVINI VOGLIAMO SENTENZE A FAVORE DELLE VITTIME

MINISTRO SALVINI VOGLIAMO SENTENZE A FAVORE DELLE VITTIME

0 hanno firmato. Arriviamo a 200.
Più firme aiuteranno questa petizione a destare l'interesse dei media locali. Aiuta a portare questa petizione a 200 firme!
Valentina Bello Barigelli ha lanciato questa petizione e l'ha diretta a Mario Draghi (Presidente del Consiglio dei Ministri) e a

Caro Ministro Salvini
Sono un "numero" facente parte dei tanti numeri che, uniti, formano il voto del popolo italiano che il 4 marzo, dello scorso anno, hanno votato Lega.
Ministro Salvini
Lei non leggerà mai quanto sto scrivendo. Non sono nessuno. Sono un numero, il 111531 (tesserata Lega)
Ho 53 anni, ho una figlia di 17. Se prima lottavo per un mondo migliore, oggi, con una figlia adolescente, lotto ancora di più. Rabbiosa come tutte le mamme in difesa del proprio cucciolo. Una madre non lotta per sé stessa ma per il proprio figlio. La seguo Ministro. La seguo da molti anni, Le ho dato fiducia questa volta con una "X" sulla scheda elettorale.
Mi piace il Suo stare tra la gente. Mi piace credere il Suo "prima gli italiani".
Mi piace il Suo approcciarsi semplice e genuino ed il Suo contatto diretto con il popolo. Lei è parte del popolo. Prima di essere Ministro sarà andato a votare. Avrà fatto politica al liceo e così via fino ad oggi. Il popolo è, siamo noi, quelli che si alzano la mattina. Si inventano un lavoro. Pregano di non ammalarsi. Pregano di non avere spese non programmate. Pagano un mutuo. Hanno studiato ma a poco è servito. Si ritagliano pochi giorni di vacanza. Pagano gli studi ai figli, presso scuole che cadono a pezzi, sia materialmente che metaforicamente parlando. Pagano lo sport ai figli perché la scuola pubblica non ha mezzi. Pagano le ripetizioni. Pagano i mezzi pubblici che non funzionano. Pagano tutto. Gli italiani del popolo, pur precari in tutto, pagano tutto. Non hanno benefici. Non hanno sconti. Non hanno aiuti. Non hanno quasi più dignità. Ma questa parte di popolo ha ancora l'amore per la Patria e la Speranza di tornare ai tempi dorati degli avi che citano ogni giorno.
Un popolo semplice il popolo italiano. Un popolo dal cuore d'oro e dalle mani geniali. Un popolo che crede nella persona. Oggi quella persona è Lei, Ministro, per una grande percentuale di questi semplici italiani.
A noi non serve il "DIO SOLDO". A noi semplici italiani servono DIGNITÀ LEGALITÀ E GIUSTIZIA.
Questi 3 importanti "valori" vengono schiacciati dal potere economico dei pochi. Ministro Salvini Lei deve battersi perché questi valori tornino ad essere rispettati e non per arricchire noi. Il popolo speranzoso il futuro se lo inventa. Un popolo schiacciato, invece, dalle ingiustizie cade nello sconforto.
Gli immigrati irregolari sono un enorme pensiero cosi come la malavita, le violenze e le speculazioni ad essi collegate. Ma, mi creda, il mio più grosso pensiero e la paura più grande sono le immotivate, spregiudicate e indegne sentenze che ad oggi Giudici e Magistrati, impunemente, elargiscono.
Non faccio la lista delle sentenze.
Non faccio la lista dei delinquenti a piede libero. Non faccio la lista delle vittime senza Giustizia.
Le più recenti?
Basta ricordare che ieri una promessa del nuoto, a soli 20 anni, PER UN "ERRORE" DI DUE DELINQUENTI A PIEDE LIBERO, non camminerà più.
Marco Vannini. Sentenza. Meglio tacere!!!
Desirée Mariottini, un bestiale stupro di gruppo. Ah NO. Sembra che a violentarla siano stati in tanti, ma in fila indiana ed uno per volta. ATTENUANTI!!!!
E Pamela Mastropietro, Martire, a Macerata, conosce Ministro Pamela Mastropietro. Risparmio i dettagli del suo massacro ripetuti troppe volte, ma ancora non capiti.
Ministro Salvini vada a Macerata. Perché Lei lì ancora non è andato. Sembra si tratti di mafia nigeriana. Ma a Macerata sembrano non preoccuparsi di questo. Vada a chiedere ai cittadini, se può, cosa ne pensano.
Ministro Salvini metta in moto il sistema per far sì che il popolo italiano possa tornare a vivere, non in sicurezza, garanzia impossibile, ma in GIUSTIZIA.
La Garanzia del "loro possono tutto" ai signori Giudici e Magistrati va eliminata.
Si mobiliti per una riforma in tal senso. È urgente signor Ministro!!!
LA LEGGE È UGUALE PER TUTTI.
CHI SBAGLIA PAGA.
COMINCIAMO DAI GIUDICI E DAI MAGISTRATI. PASSIAMO POI AI POLITICI. ULTIMI I DELINQUENTI COMUNI.
Io ancora credo e spero. Se sarà la speranza a morire non posso e potrò garantire che continuerò ad essere una cittadina modello di questo mio popolo italiano.
Siamo ad un passo dalla frattura. Dal non ritorno. Buon lavoro Ministro.
Firmato: 111531
Ah proposito all'anagrafe:
Valentina Barigelli

0 hanno firmato. Arriviamo a 200.
Più firme aiuteranno questa petizione a destare l'interesse dei media locali. Aiuta a portare questa petizione a 200 firme!