Legalizzazione Cannabis ad Uso Ricreativo

0 hanno firmato. Arriviamo a 200.


Abbiamo visto ormai da anni che la repressione sull'uso della Cannabis non funziona, anzi i dati sono in aumento, sempre più consumatori di Cannabis sono obbligati a comprare dal mercato nero ed alimentare le finanze delle varie mafie presenti in Italia.

Col boom della Cannabis Light abbiamo visto i primi segnali positivi che potrebbe portare una legalizzazione ad uso Ricreativo della Cannabis.

Nel 2017, il primo anno della sua uscita l'erario ha incassato più di 6 milioni di euro di tasse generate da queste attività.

Nel 2018 abbiamo superato i 600 negozi che rivendono prodotti derivati dalla Cannabis e danno a lavoro a più di 1.000 persone in tutto lo stivale.

Prendendo d'esempio stati esteri come l'Olanda, la California, l'Uruguay, la Spagna e il Canada in ultimo, abbiamo visto segnali positivi;

- Aumento di introiti per lo stato, grazie alle tasse generate dalla rivendita e dalla produzione di Cannabis (potrebbero essere usati per finanziare scuole, nuovi ospedali o per le infrastrutture Italiane).

- Diminuzione dell'uso della Cannabis tra i giovani e tra la popolazione adulta.

- Minor introiti per le mafie.

- Minor spese per lo stato nella repressione all'utilizzo della Cannabis.

- Svuotamento delle carceri per utilizzo di suddetta sostanza.

- Controllo della filiera e prodotti di maggior qualità.

- Minor costo finale del prodotto.

- Più facile accesso anche per chi ne ha bisogno per uso Terapeutico.

- Possibilità imprenditoriali per i giovani.

- Creazione di posti di lavoro.

Quel che chiediamo è una legge che regolamenti la Cannabis ad uso Ricreativo, la sua legale produzione e la libera circolazione.



Oggi: Donald conta su di te

Donald Titoldini ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Matteo Salvini: Legalizzazione Cannabis ad Uso Ricreativo". Unisciti con Donald ed 162 sostenitori più oggi.