Perché la Rai dovrebbe remunerare i cittadini e non il contrario.

0 hanno firmato. Arriviamo a 100.


Perché la Rai dovrebbe remunerare i cittadini e non il contrario:

1. Perché da decenni ha abdicato al suo ruolo di servizio pubblico divenendo, a parte rarissime eccezioni, esclusivamente commerciale e politicamente asservita.

2. Perché strumento di potere e di consumo.

3. Perché impone una silenziosa e subdola immagine pubblica, manipolando, attraverso la sua falsa credibilità istituzionale, l’informazione e la coscienza collettiva.

4. Perché pretende denaro pubblico, oltre ai finanziamenti già in essere per ripianare i sui eterni debiti, a fronte di tutte le azioni citate che vengono lautamente ricompensate agli operatori che ne sono fautori.

5. Perché asserve il potere che la ricambia imponendo il costo delle sue trasmissioni all’interno di fatture di un bene pubblico di primissima necessità come l’energia elettrica, ribadendo in tal modo una metodologia puramente dittatoriale.

6. Per l’evidenza che la televisione pubblica ed indipendente, che i cittadini dovrebbero scegliere e compensare in base alla sua qualità, risulti a tal punto inesistente da decidere di procedere unilateralmente con introiti pubblicitari e pubblici imposti.

7. Perché a fronte dei danni procurati alla coscienza collettiva dovrebbe prodigarsi in un atto di pubblica ammenda e risarcire anche simbolicamente ogni cittadino.



Oggi: N conta su di te

N A ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Matteo Renzi: Perché la Rai dovrebbe remunerare i cittadini e non il contrario.". Unisciti con N ed 22 sostenitori più oggi.