Fermate lo scavo del maxi-canale Contorta, prima che sia troppo tardi.


La sopravvivenza della nostra città ,della nostra laguna non può essere condizionata dalle decisioni di Costa Crociere &C ! Il lavoro a Venezia ,quello unico purtroppo rimasto nella nostra città,legato alla ricettività turistica , é da mantenere ,e preservare, tutti ne siamo convinti !!Ma c'é un limite a tutto ,anche nel sfruttare una città e la sua comunità residente, che non ne può più dell'affollamento di turisti ,di un continuo degrado che la rende perfino invivibile . La soluzione Offshore prospettata ,é sembrata alle persone di buon senso ,quelle che hanno capito che la laguna di Venezia non può diventare, con il nuovo canale Contorta, un braccio di mare, la soluzione più razionale ed accettabile .Una soluzione oggi adottata in tutte le città marittime ,da quando i transatlantici diventarono sempre più grandi ed ingombranti !Le maree nella nostra laguna le registriamo oggi con più disagio ,sempre più alte e frequenti,e per questo il degrado della nostra città è sempre più evidente .La Costa Crociere &C, invece continua a voler mantenere lo status quo ,oppure vorrebbe che si procedesse con lo scavo di un ulteriore canale in laguna, che ne comprometterebbe ulteriormente il suo equilibrio idrodinamico . Per questo oggi nella nostra città si sono venute a creare due fazioni ,una che lotta contro l'altra ,in maniera sempre più incivile Una guerra tra cittadini causata da false minacce e ricatti sull'occupazione di una società di navigazione ,che minaccia di abbandonare il nostro porto se non si farà come vuole lei &C. Ma sanno benissimo ,in particolare le persone di buon senso che Costa & C non mollerà mai Venezia, come meta turistica prediletta nei programmi delle sue crociere ,anche se dovrà parcheggiare le sue navi in un porto offshore. Perché Venezia rimarrà sempre Venezia!!!!!!! Anche se tra di noi non ci sarà più l'armonia e la coesione sociale di una volta!

Bruno Gorini, Venice, Italy
7 years ago
Shared on Facebook
Tweet