PETIZIONE CHIUSA

Contrastare le istigazioni all'odio razziale, politico o religioso in rete

Questa petizione aveva 233 sostenitori


Siamo stanchi di vivere in un Paese dove ogni malintenzionato o psicolabile può utilizzare i social network per incitare all'odio, spesso attraverso notizie infamanti, inventate ma - purtroppo - virali.

La recente incitazione all'intolleranza razziale che ha come oggetto la Presidente della Camera Laura Boldrini è un evidente esempio di questa deriva anti democratica ed intollerante che spesso alimenta il business di siti nati appositamente per promuovere fake-news e che, attraverso queste, si arricchiscono.

Ogni incitazione all'odio (che sia esso razziale, religioso, di genere ecc) destabilizza la convivenza civile, contribuisce a creare confusione, rabbia, smarrimento ed aumenta concretamente i rischi per le persone coinvolte.

Chiediamo ai nostri rappresentanti nelle istituzioni:
- pene certe per chi si macchia di questi reati;
- multe per i giganti del web come Facebook, YouTube e Twitter che non saranno in grado di cancellare o comunque rendere velocemente inaccessibili fake-news, minacce, offese, incitazioni all'odio di ogni natura.

Internet è il luogo della conoscenza, dello scambio di idee e del confronto. Non lasciamo che diventi il pozzo nero dell'intolleranza e della menzogna.



Oggi: Stefano conta su di te

Stefano Borioni ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Matteo Renzi: Contrastare le istigazioni all'odio razziale, politico o religioso in rete". Unisciti con Stefano ed 232 sostenitori più oggi.