PETIZIONE CHIUSA

PRATO: PRIMA I LETTI E DOPO IL PARCO!

Questa petizione aveva 333 sostenitori


Prato subisce una carenza cronica di posti letto ospedalieri fino dall'inaugurazione del nuovo ospedale Santo Stefano.
Finalmente tutti i soggetti interessati si sono resi conto delle difficolta che incontrano sia la popolazione che i medici e gli operatori sanitari. Comune, Governo e Regione sono d'accordo sulla realizzazione di un ampliamento del nosocomio per ottenere 100 posti letto in più. Il costo dell'ampliamento del Santo Stefano è stato stimato in circa 12 milioni di euro.

Nell'area del vecchio ospedale Misericordia e Dolce è stata prevista la realizzazione di un grande parco urbano, con l'intento di riqualificare tutta l'area e con un beneficio per la città. Il Comune ha bandito un concorso ed il progetto vincitore è sicuramente il migliore tra quelli presentati e che si potesse sperare: coniuga in maniera paritaria spazi verdi con funzioni pubbliche ed aree pavimentate. Il Comune per rientrare in possesso dell'area di tre ettari dove sorgerà il parco, ha versato alla Regione Toscana 12 milioni di euro.

Le cifre parlano chiaro: il costo dell'ampliamento è già stato sostenuto dai cittadini pratesi con l'indennizzo versato alla regione.

Visto lo stato d'emergenza in cui versa il nuovo ospedale chiediamo fermamente ai nostri amministratori pubblici di realizzare prima l'ampliamento dell'ospedale e dopo il parco urbano.

LA SALUTE E' UNA PRIORITA', IL PARCO PUO' ATTENDERE!



Oggi: Comitato cittadino per la salute - Prima i letti e dopo il parco conta su di te

Comitato cittadino per la salute - Prima i letti e dopo il parco ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Matteo Biffoni Sindaco di Prato: PRATO: PRIMA I LETTI E DOPO IL PARCO!". Unisciti con Comitato cittadino per la salute - Prima i letti e dopo il parco ed 332 sostenitori più oggi.