Per i Diritti Umani, Passa all'Azione!

0 hanno firmato. Arriviamo a 200.


Se i cittadini non conoscono i Diritti Umani, come potranno difenderli e rispettarli? Questa è la domanda che ci siamo posti, benché quando parliamo di Diritti Umani siamo tutti d'accordo almeno a parole ma i fatti ci dimostrano il contrario. Da un'indagine che abbiamo svolto in questi mesi, è emerso che solo un cittadino su dieci conosceva la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani del 10 dicembre 1948 ma non era in grado di elencarne nemmeno uno dei 30 articoli. Sebbene siano riconosciuti almeno come principio dalla maggior parte dei Paesi e facciano parte integrante di molte Costituzioni nazionali, la situazione è molto distante dagli ideali richiamati nella Dichiarazione. Oltre ventinove milioni di persone vivono ancora in schiavitù, migliaia di cittadini sono in prigione per aver espresso liberamente il proprio pensiero, altri sono torturati quotidianamente per il loro pensiero politico e spesso vengono incarcerati senza un processo. Tutto questo accade ancora oggi persino in alcuni Paesi democratici!

"Per i Diritti Umani, passa all'Azione": da qui nasce la campagna di sensibilizzazione della L.I.D.U. - Abruzzo e Molise - Lega Internazionale per i Diritti Umani, affinché i cittadini prendano consapevolezza su tali questioni e le Istituzioni tutte si impegnino ad attuare e a divulgare i principi fondamentali richiamati nella Dichiarazione Universale dei Diritti Umani.

DICHIARAZIONE DI IMPEGNO PER L'ATTUAZIONE DELLA DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI UMANI

Con il presente impegno si fa appello al Governo Italiano e alla Commissione per i Diritti Umani del Parlamento Europeo e, pertanto, si DICHIARA:

- che, “tutti gli esseri umani detengono diritti e libertà fondamentali che debbono essere rispettati e protetti da tutte le nazioni del mondo”, così come sancito nella Dichiarazione Universale dei Diritti Umani nel 1948;

- che le libertà fondamentali contenute nella Dichiarazione Universale dei Diritti Umani non sono ancora divenute patrimonio di democrazia per molti Paesi, poiché gli abusi nei confronti dei Diritti Umani danno origine a conflitti etnici, razziali, politici e religiosi;

- che è necessario fare appello alle Istituzioni tutte affinché si impegnino ad attuare ed a garantire le libertà fondamentali contenute nella Dichiarazione;

- che, poiché le libertà fondamentali di ogni individuo contenute nella Dichiarazione non sono ancora divenute patrimonio dell'Umanità, è necessario aprire una campagna di sensibilizzazione, in ogni Paese, tesa alla divulgazione dei principi fondamentali richiamati nella Dichiarazione Universale dei Diritti Umani;

Pertanto, si fa appello al Governo italiano ed alla Commissione per i Diritti Umani del Parlamento Europeo, affinché si impegnino a rendere obbligatoria l'istruzione dei Diritti Umani nelle scuole e conducano campagne di sensibilizzazione e formazione sulla Dichiarazione Universale dei Diritti Umani tramite programmi educativi ed eventi, nonché tramite la pubblicazione e la diffusione della Dichiarazione ai bambini ed agli adulti in tutte le nazioni.

Inoltre, come cittadino italiano dell'Unione Europea, dichiaro di impegnarmi solennemente a difendere, a rispettare e a perseguire i principi richiamati nei 30 articoli della Dichiarazione dei Diritti Umani e le libertà fondamentali in essa contenute.

Per i Diritti Umani, passa all'Azione!

Lega Internazionale per i Diritti dell’Uomo International League of Human Rights - Italy - http://www.ilhr.it email: segreteria@liduabruzzo.it

L.I.D.U. - ABRUZZO e MOLISE